Messina, interdizione per i coniugi Caleca: l’accusa è bancarotta fraudolenta

Stamane gli agenti delle Fiamme Gialle hanno notificato il provvedimento ai coniugi

Gdf - foto LaPresse

Gdf – foto LaPresse

Gli uomini della Guardia di Finanza di Patti hanno notificato stamane le ordinanze di misure cautelari interdittive indirizzate a Gaetano Caleca e alla moglie Rossana, accusati entrambi di bancarotta fraudolenta per il fallimento della ex Caleca Italia srl. I due avrebbero distratto denaro dal patrimonio societario, falsificato i bilanci e occultato una parte significativa di risorse, provocando il dissesto dell’azienda e ritardando al contempo la dichiarazione di fallimento. L’interdizione avrà validità per un anno e inibisce l’esercizio di qualsivoglia attività d’impresa in qualunque mansione.