Messina in carrozza, il raduno delle vetture d’epoca [FOTO]

Nel corteo la carrozza del senatore Uberto Bonino figura storica della Messina che non c’è più

CORTEO CARROZZE 00Sono stati tanti i messinesi a sfidare la pioggia primaverile, per poter ammirare le trenta  preziose carrozze d’epoca e i cinquanta cavalli, sfilare lungo le vie del centro, nel “1° Corteo di Carrozze d’Epoca”. Nell’originale corteo formatosi nel Viale della Cittadella Fieristica, da dove poi ha percorso le vie del centro, sono sfilate, maestose ed eleganti, le “Belle Signore della città”, come  erano chiamate le carrozze della Messina che non c’è più, appartenenti alla collezione Molonia, e ai tanti privati provenienti da diverse città siciliane.

“A cassetta” della carrozza numero 1 c’era Francesco Molonia e alla guida la figlia Maria Assunta, mentre a guidare la numero 2, trainata da due maestosi esemplari di cavalli bianchi, c’era  Paolo Molonia.

La carrozza che ha aperto il corteo è stata quella che ha accompagnato all’altare il senatore Umberto Bonino e donna Maria Sofia Pulejo, storica coppia dell’imprenditoria messinese; a bordo di essa, un ospite d’eccellenza: la poetessa Maria Costa, testimone oculare dei bei tempi andati.

La manifestazione, prima nel suo genere nella città dello Stretto, patrocinata dall’Assessorato Cultura del Comune di Messina e dall’Autorità portuale, è stata curata dall’Associazione “Carrozze e Carretti d’Epoca – Molonia” di Messina, con la collaborazione del prof. Enzo Caruso, dell’arch. Nino Principato, del manager Lello Manfredi e del giornalista Domenico Interdonato.

Partito dalla Cittadella Fieristica alle 17.30, il corteo ha percorso il Viale della Libertà, Corso Cavour, Piazza Duomo, via Primo Settembre, Piazza Cairoli, Viale S. Martino, Dogana, Via Vittorio Emanuele ed è rientrato alle 19 nella Cittadella Fieristica. A Piazza Duomo, in una breve sosta, le carrozze si sono schierate davanti al portuale del Duomo, per consentire ai tanti messinesi presenti di poter ammirare le varie tipologie di carrozze e scattare le foto di rito.

Al ritorno, nei viali della Cittadella Fieristica, Paolo Molonia, accompagnato di volta in volta da signore del pubblico e dai tanti bambini presenti, ha animato la premiazione dei cavalli e degli equipaggi con la consegna delle coccarde ricordo e delle coppe. A conclusione dell’evento, il folto pubblico, bambini compresi, dopo aver gustato i circa duecento arancini offerti da una apprezzata  ditta messinese, hanno potuto godere del “giro in carrozza” nel circuito interno all’area fieristica.