Messina e Giammoro, la Cisl chiede una radiografia delle aree industriali

Genovese: “l’obiettivo è attrarre nuovi investimenti e creare occupazione”

cisl irsap incontro aree industriali messina giammoroAnalizzare lo stato attuale degli agglomerati industriali messinesi sotto la gestione dell’Irsap, l’Istituto regionale per le attività produttive. Era questo l’obiettivo dell’incontro che il presidente regionale dell’Irsap Alfonso Cicero ha convocato questa mattina presso la sede provinciale all’Asi di Larderia con i rappresentanti delle organizzazioni di categoria e sindacali. Per la Cisl di Messina presenti il segretario generale Tonino Genovese e i segretari delle federazioni edili, chimici e metalmeccanici Giuseppe Famiano, Stefano Trimboli e Nino Alibrandi.

Sono state analizzate le diverse problematiche insistenti nelle aree di Larderia e Giammoro e studiati percorsi per arrivare alla risoluzione delle stesse.

La Cisl ha chiesto l’istituzione di un tavolo permanente per le aree industriali prevedendo la presenza dei sindacati interessati, dell’Autorità Portuale e della Camera di Commercio. “Diventa fondamentale per il confronto e il monitoraggio - ha detto Tonino Genovese – serve una radiografia delle aziende presenti e delle aree, se in uso o ricollocabili a partire dalla degradata area di Giammoro dove il problema è quello di mantenere e capire che interventi si possono realizzare, quali sono le opportunità e la loro realizzabilità e soprattutto la tempistica. Non dobbiamo - ha aggiunto Genovese – piangere sul latte versato ma guardare al futuro. senza vanificare il percorso avviato. Da parte nostra c’è la consapevolezza e la tenacia nell’andare avanti. Cerchiamo di fare squadra e raggiungere obiettivi. Il nostro auspicio - ha concluso il segretario generale della Cisl Messina – è quello di attrarre nuovi investimenti, realizzare nuovi insediamenti e creare nuova occupazione. Per fare questo occorre realizzare la qualificazione viaria delle aree, definire gli investimenti di miglioramento e realizzazione di nuova viabilità, sistemi di sicurezza e servizi di supporto alle attività produttive. La situazione è grave e mette a rischio il futuro del territorio, ma ci sono ancora margini e tempo per recuperare”.

Il gruppo di lavoro si è quindi spostato nell’area di Giammoro per una visita dell’area industriale.