Lazzaro (Rc): “già il tratto della SS 106 è pericoloso con la luce figuriamoci senza” [FOTO]

Crea: “da oltre venti giorni il tratto urbano di SS106 compreso tra il lato Sud del ponte stradale Oliveto e la rotatoria per Lazzaro Nord è al buio”

DSC03274Da oltre venti giorni il tratto urbano di Ss 106 compreso tra il lato Sud del ponte stradale Oliveto e la rotatoria per Lazzaro Nord è al buio. Per correttezza d’informazione si da atto che mentre nel tratto lato mare dal Bivio stazione ferroviara alla rotatoria di Lazzaro Nord l’impianto elettrico non è funzionante nello stesso tratto lato monte l’illuminazione pubblica funziona. Anche il sottopassaggio al Bivio Stazione FF.SS è al buio. L’attuale stato di fatto rappresenta un costante pericolo per la circolazione veicolare soprattutto per i pedoni la cui presenza col buio non è prontamente avvistabile dai conducenti dei veicoli. Il potenziale pericolo è particolarmente incentivato per la presenza della curva dell’Oliveto posta all’altezza del km.18+00 ove è situato uno spartitraffico di cemento a margine della Ss 106 lato mare privo tra l’altro di colonnina luminosa. Il tratto in questione lato mare è sprovvisto di marciapiede o spazi riservati ai pedoni con esclusione di un breve tratto di circa 30 metri che costeggia il muro di recinzione della concessionaria automobilistica “Autocalabra”” afferma in una nota Vincenzo Crea, referente unico dell’Ancadic Onlus. “Alta è la probabilità che un veicolo finisca contro l’aiuola o nella strada a margine della Ss 106 delimitata dalla precitata opera travolgendo persone e mezzi che ivi si trovano, terminando la corsa contro qualche abitazione. A tal riguardo – prosegue- giova richiamare l’attenzione su quanto certificato dai funzionari delegati dalla Direzione Generale Strade e Autostrade “ … omissis…un ulteriore elemento di pericolosità è costituito dalla presenza di un’aiuola in calcestruzzo di margine alla carreggiata, che limita le manovre di emergenza dei conducenti collaborando, essa stessa, a produrre incidenti, spesso mortali, che avvengono di frequente in questo tratto d’extraurbana””. Per l’Ente Comune si rappresenta altresì che da qualche tempo le luminarie nel centro abitato di Lazzaro non funzionano come dovrebbero e ieri sera tale zona e Piazza Chiesa sono rimaste completamente al buio creando seria preoccupazione soprattutto nei commercianti. Anche in via Ulisse e nella contrada Casalotto Ferrina -aggiunge- le luminarie non funzionano. Considerato che l’interruzione del servizio di pubblico, si protrae da tempo, ponendo, in particolare gli abitanti i cui immobili sono posti lungo la Ss 106 in pericolo nelle ore serali in quanto i lampioni suddetti sono unica fonte di luce in quel tratto di strada e tenuto conto che non si hanno notizie in merito alle cause che hanno reso obiettivamente impossibile il celere ripristino del servizio di pubblica illuminazione nonostante le varie segnalazioni inoltrate telefonicamente da alcuni abitanti all’Amministrazione comunale e personalmente alla locale polizia municipale presso la delegazione comunale di Lazzaro, si invita l’Ente competente a voler celermente ripristinare il servizio di illuminazione pubblica. Con riserva – conclude- di costituirci parte civile per eventuali danni che a causa di tale situazione ne dovessero derivare a persone o cose”.