Imparare l’inglese in un mese è possibile: alcuni giovani reggini hanno scelto il “Full Immersion”

La scuola di inglese British School lancia quest’anno un’iniziativa utile per tutti quelli che vogliono finalmente imparare l’inglese, senza un eccessivo dispendio di denaro e di tempo: il corso Full Immersion

10-consigli-per-migliorare-l-inglese_fc76246f5f0901a4b1a85bb761de133dLa lingua inglese oggi giorno è uno strumento necessario ed essenziale in mano ai giovani (e non solo) per poter entrare nel mondo del lavoro e per intraprendere qualunque attività economica e sociale . Ma, nonostante sia la lingua che le scuole insegnano fin dalle prime classi, sono molte le persone che tutt’oggi, ammettono di ricordare poco o nulla delle nozione apprese nell’ambito scolastico o, peggio ancora, di non averlo mai studiato in modo approfondito e dunque si ritrovano con questo grosso “deficit”. Ma non è tutto: secondo alcune stime, molti giovani reggini ammettono di aver intrapreso più volte percorsi di apprendimento privati della lingua inglese ma che, la lungaggine dell’organizzazione dei corsi rubava loro  troppo tempo, soprattutto se contestualmente svolgevano un’attività lavorativa, e sono stati costretti ad abbandonare i corsi prima di poter dire di aver imparato la lingua e dunque sentirsi pronti a rapportarsi ad essa con il giusto livello di familiarità e scioltezza.

FULL-IMMERSION-500X5002Le soluzioni per arginare il problema dell’inglese in modo rapido e definitivo sono poche;  una è quella di trasferirsi direttamente nella madre patria della lingua, ovvero l’ Inghilterra ( o in paesi esteri in cui l’inglese è la lingua principalmente parlata dopo quella ufficiale); alcuni reggini, hanno ammesso che dopo un soggiorno di alcuni mesi hanno imparato ad esprimersi  ed a comprendere in modo sufficientemente adeguato. Alcuni giovani reggini invece, non avendo la disponibilità di affrontare una spesa consistente per mantenersi all’estero per i mesi necessari a rapportarsi alla lingua, hanno trovato la soluzione in un particolare corso, chiamato “Full Immersion”, che è organizzato proprio da una rinomata scuola di inglese reggina,  la British School. Questo particolare corso, come hanno specificato i ragazzi che lo hanno frequentato,  consiste nell’apprendere la lingua in un solo mese di lezioni “concentrate”  (circa 30 giorni). Un periodo abbastanza breve se si pensa che generalmente le nozioni principali di grammatica, ascolto e conversazione vengono solitamente organizzati in un lasso temporale minimo di almeno 3 mesi. Il corso Full Immersione è un percorso di insegnamento “concentrato” proprio perché è  strutturato in moduli da 45 ore ciascuno con una frequenza di 3 ore al giorno. Tutte le ore si svolgono in aula con un insegnante esperto e madrelingua e mirano a sviluppare tutte le 4 principali abilità linguistiche: conversazione, ascolto, lettura e scrittura.

I corsi  inoltre sono essenziali per chi volesse affrontare gli esami specifici del  Cambridge English (di cui la BRiTiSH SCHOOL RC è l’unico Authorised Platinum Centre in Calabria) delle sessioni di Luglio, Settembre ed Ottobre. Per chi fosse interessato a preparare e sostenere tali esami infatti,  sono previste simulazioni e sessioni di feedback, per apprendere le tecniche d’esame, acquisire familiarità con l’esame ed individuare le aree di miglioramento su cui concentrarsi. In aggiunta alle 45 ore di lezioni in aula, è anche previsto l’accesso illimitato al Language Lab della Scuola, un ambiente online interattivo con più di 4.000 attività finalizzate alla pratica dell’inglese.

Sicuramente, l’apprendimento della lingua inglese è legato non solo al metodo di studio ma anche da alcuni fattori soggettivi: in primis, dalla volontà del singolo e dal grado di impegno che si vuole realmente investire per poter arrivare a saper colloquiare e familiarizzare con la lingua. Non esistono dunque miracoli creati ad hoc, che nel giro di qualche settimana assicurano a chiunque di  diventare  un esperto di inglese. Ma, dinnanzi alla difficoltà  oggettiva di seguire corsi di insegnamento a causa della loro complessità e del  dispendio di tempo rilevante, questa sembra essere un possibile tentativo da non tralasciare. Ciò anche a fronte del fatto che molti giovani reggini hanno un’oggettiva necessità di imparare la lingua, e come alcuni di loro hanno dichiarato di sentirsi “familiarizzati con l’inglese”: in poche parole, come hanno detto alcuni di loro,  “mettersi in tasca l’inglese in un mese”. Non resta che aggiungere “provare per credere”.