Immigrazione: “Papa accolga chi sta in stazioni”

Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, ha rivolto un appello a Papa Francesco perchè accolga in “Piazza San Pietro per un giorno i profughi che stazionano nelle stazioni di Roma e Milano, celebrando di fatto la Giornata dei diritti dei migranti”

immigrazione2Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, ha rivolto un appello a Papa Francesco perchè accolga in “Piazza San Pietro per un giorno i profughi che stazionano nelle stazioni di Roma e Milano, celebrando di fatto la Giornata dei diritti dei migranti”. ”Papa Francesco – afferma Corbelli – chiami gli immigrati che stazionano nelle stazioni di Tiburtina e Termini a Roma, quelli che sono stati sfrattati dalla stazione Centrale di Milano, quelli che vengono ignobilmente respinti dalla Francia a Ventimiglia e tutti quelli a cui viene impedito alla frontiera di poter lasciare l’Italia. Li chiami, li ospiti tutti, per un giorno, in Piazza San Pietro. Apra la Chiesa, la casa di Dio, a questi poveri. Le parole, gli appelli, non bastano più, purtroppo. Cresce non solo in alcune regioni del nord del nostro Paese, ma nel resto dell’Europa il rifiuto nei confronti di questi immigrati. L’Italia è lasciata sola ad affrontare una emergenza epocale”. “Solo un gesto eclatante di Papa Francesco – dice ancora Corbelli – riuscirà a richiamare l’attenzione mondiale su questa immane tragedia umanitaria e a mettere l’Europa e il mondo di fronte alle loro responsabilità per il dramma di questa povera gente. Papa Francesco ha già dimostrato una particolare e costante attenzione per i poveri e senzatetto facendo allestire per questa povera gente in Piazza San Pietro dei bagni, delle docce e una barberia. Adesso ha anche preannunciato di voler realizzare un dormitorio per una quarantina di poveri. Gli chiedo questo gesto simbolico celebrando la Giornata dei migranti”.