Domani l’inaugurazione della presenza del vino di Calabria all’Expo 2015

Anche quest' anno si rinnova la tradizionale raccolta dell'uva dai vitigni coltivati all' interno dell'area archeologica di Pompei, 31 ottobre 2013. Il vigneto riproduce quello esistente nello stesso luogo del 79 d.C. I vitigni sono collocati, sulla base degli studi del Laboratorio di ricerche applicate, accanto ai calchi delle antiche radici e vengono coltivati secondo le tecniche di quel tempo. Il vino oggi è imbottigliato con il nome Villa dei Misteri. ANSA/CESARE ABBATEIl Presidente della Regione Mario Oliverio – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta – domani inaugurerà, nel padiglione di “vinitaly”, la mostra dei vini calabresi, curata dal Dirigente generale del Dipartimento “Agricoltura”  Carmelo Salvino. È anche previsto un incontro con Luigia Angela Iuliano sul tema: “Calabria mediterranea erbe e fiori, tra cibo, rito e mito”. Le case vitivinicole che hanno aderito sono: la pizzuta del principe, masseria falco, antiche vigne, fattorie greco, azienda vinicola malaspina consolato, enopolio bivongi, serracavallo, azienda magna grecia, cantine lento, senatore vini, massimiliano capoanno, feudo sanseverino, ditta nicotera severisio ferdinando, librandi, colacino wines, statti, viola, spadafora, donnici, caparra e siciliani, cooperativa terre grecaniche, cantine cirò melissa, az.agr.appena anettiere, rombolà, giuseppe garrula, barone macrì, matteo fratelli paese, tenuta iuzzolino, luigi chimento, vivacqua, casa ponziana.