Da Caridi a Nicolò, da Bova a Giordano: ecco tutti i NOMI dei consiglieri che non hanno mai chiesto rimborsi anomali

Ecco tutti i nomi dei consiglieri regionali che escono assolutamente puliti dall’inchiesta sui rimborsi pazzi

ImmaginePerchè noi, ancora, ci crediamo. Saremo anche dei poveri illusi, saremo anche pazzi, ma nel “day after” dell’operazione “Erga Omnes” vogliamo raccontare quel volto del consiglio regionale della Calabria che merita ancora fiducia e rispetto. Anzi, a maggior ragione adesso merita fiducia e rispetto. Perchè no, in politica non sono tutti uguali. E fare di tutta l’erba un fascio, in queste situazioni, non è soltanto errato ma anche pericoloso.

Palazzo-Campanella-Regione-CalabriaL’inchiesta che ha portato ieri agli arresti domiciliari per Nino De Gaetano (Pd), Luigi Fedele (Ncd) e il senatore Giovanni Bilardi (Ncd) e al divieto di dimora in Calabria per Nicola Adamo (Pd), Alfonso Dattolo (Udc), Giovanni Nucera (Pdl) e Pasquale Tripodi (Centro Democratico), ha interessato negli scorsi anni tutti i consigli regionali d’Italia. Ovunque, dalle Alpi a Lampedusa, sono esplosi scandali di simile portata. In Calabria sono stati indagati tutti i 50 consiglieri regionali della scorsa legislatura. Ieri abbiamo pubblicato tutti i nomi dei 26 consiglieri a cui sono stati sequestrati complessivamente 2 milioni e mezzo di euro per dei rimborsi considerati “anomali”, dagli oltre 400 mila euro di De Gaetano ai quasi 7.000 di Magarò. Tutta gente che avrà modo durante il processo di tutelare la propria posizione, ma intanto il terremoto politico è servito: anche se l’inchiesta si riferisce alla scorsa legislatura, tra i componenti coinvolti c’è tutta la classe dirigente del Pd che ha vinto le elezioni 7 mesi fa: tutta la giunta Regionale di Oliverio (il vice Presidente Ciconte e i due assessori Guccione e De Gaetano), e il Presidente del Consiglio Regionale Scalzo. Dopotutto non serviva un’inchiesta per testimoniare la falsa partenza del nuovo corso regionale targato centro/sinistra: in 7 mesi facciamo fatica a trovare un provvedimento degno di nota, il Pd non è riuscito neanche a completare la Giunta e adesso si trova travolto dagli scandali.

ImmagineMa noi che nella politica vogliamo credere ancora, noi che proviamo brividi di rabbia quando sentiamo dirci che “tanto sono tutti uguali“, oggi pubblichiamo l’altro elenco, l’elenco buono. Quei consiglieri regionali che dopo tutta una serie di indagini, controlli ed accertamenti, sono risultati completamente puliti. Non hanno chiesto rimborsi anomali, non hanno rubato soldi pubblici per i loro interessi. Sono 28, alcuni subentrati in consiglio dopo le politiche del 2013, ovviamente oggi ce ne saranno anche altri, questi sono quelli della precedente legislatura al centro dell’inchiesta. Tra questi c’è il senatore reggino Antonio Caridi, il capogruppo di Forza Italia in consiglio Regionale Alessandro Nicolò ma anche Giuseppe Bova, l’unico dei 10 consiglieri regionali del Pd eletti a maggio 2015 a non risultare tra le persone coinvolte. C’è anche il reggino Giuseppe Giordano dell’Idv, c’è Orsomarso, Imbalzano, l’ex Presidente del Consiglio Francesco Talarico. Tra di loro c’è anche qualcuno indagato per altre vicende, ma è risultato pulito dai controlli sui rimborsi. C’è evidentemente ancora qualcuno che vive la politica come una missione. Poi magari potrà anche fare errori politici. Ma senza perdere la dignità di essere un rappresentante onesto delle istituzioni.

Ecco l’elenco completo:

  1. Alessandro Nicolò (Pdl)
  2. Antonio Caridi (Pdl)
  3. Gesuele Vilasi (Pdl)
  4. Mario Magno (Pdl)
  5. Domenico Tallini (Pdl)
  6. Giuseppe Gentile (Pdl)
  7. Giuseppe Caputo (Pdl)
  8. Gianpaolo Chiappetta (Pdl)
  9. Francesco Morelli (Pdl)
  10. Fausto Orsomarso (Pdl)
  11. Nazzareno Salerno (Pdl)
  12. Salvatore Pacenza (Pdl)
  13. Tilde Minasi (Pdl)
  14. Gabriella Albano (Pdl)
  15. Pietro Crinò (Pdl)
  16. Aurelio Chizzoniti (Insieme per la Calabria)
  17. Candeloro Imbalzano (Scopelliti Presidente)
  18. Francesco Pugliano (Scopelliti Presidente)
  19. Francesco Talarico (Udc)
  20. Michele Trematerra (Udc)
  21. Francescantonio Stillitani (Udc)
  22. Giuseppe Bova (Pd)
  23. Demetrio Naccari Carlizzi (Pd)
  24. Pietro Giamborino (Pd)
  25. Damiano Guagliardi (Federazione della Sinistra)
  26. Rosario Francesco Antonio Mirabelli (Loiero Presidente)
  27. Ottavio Gaetano Bruni (Loiero Presidente)
  28. Giuseppe Giordano (Idv)