Città Metropolitana di Reggio Calabria: Raffa sottolinea l’importanza del nuovo ente nel processo di sviluppo della Calabria

L’Audizione del Presidente della Provincia di Reggio Calabria in 1^ commissione consiliare dell’assemblea legislativa regionale

AUDIZIONE RAFFA“Durante la mia audizione ho toccato i punti strategici  riconducibili alle funzioni della Città metropolitana, peraltro già istituita,  prossima ad entrare in funzione. Alla 1^ Commissione consiliare dell’Assemblea legislativa  calabrese, in particolare, ho rappresentato le aspettative del territorio e dei suoi cittadini  che chiedono al nuovo Ente  territoriale  un’attività più efficace, più snella e più incisiva”. Lo ha dichiarato il presidente della Provincia di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa, a margine dell’audizione sulla Città Metropolitana da parte della 1^ Commissione consiliare di palazzo “Campanella”.

“Il porto di Gioia Tauro, l’aeroporto dello Stretto, il trasporto pubblico locale, il mantenimento delle deleghe oggi di competenza della Provincia – ha  detto ancora Raffa- sono i  punti di forza  e il  valore aggiunto attorno al quale avviare l’attività della Città metropolitana che, di fatto, sostituisce l’attuale  Ente intermedio. Ho insistito sul trasporto pubblico locale, con la sua valenza e la sua specificità, che può rappresentare  un’occasione importante per interfacciare Reggio e il suo territorio  con la città di Messina. Da qui  anche il rilancio e la valorizzazione  dell’area dello Stretto e farla diventare punto strategico e nevralgico per rilanciare  non solo il reggino, ma anche l’intera Calabria. Questo  nuovo assetto istituzionale, per noi, rappresenta una vera e propria sfida rispetto alla quale reggini e calabresi si giocano il loro futuro. Durante l’audizioni ha ripetuto l’appello fatto al Governatore, on. Mario Oliverio,  sul trasferimento delle funzioni e del personale  da parte della Regione alla Città metropolitana che richiede il superamento dei  limiti della legge regionale numero 34. Norme che vanno attualizzate per impedire la paralisi  dell’organizzazione dei servizi che la Regione aveva già  delegato alle province. Alla 1^ Commissione, e al suo presidente, on Franco Sergio,  ha sottolineato, così come ho avuto modo di fare nel corso di questi ultimi anni, la necessità di ripristinare  gli Ato per la depurazione  e la raccolta dei rifiuti. Le mie indicazioni sono state coerenti  con le linee  guida  del Comune di Reggio e con le  pressati richieste  dei cittadini  che rivendicano una pubblica amministrazione efficiente.  Un fronte, questo, che, diversamente dal passato,  quando si andava per ordine sparso, si ritrova coeso rispetto alle strategie  da adottare in vista  dell’operatività della città Metropolitana  che, partendo con il piede giusto, diventa un valore aggiunto per l’intera Calabria. Nel corso dell’audizione – conclude Raffa  – ho auspicato  che il Consiglio regionale, sulla problematica in questione, decida con lungimiranza e in tempi ristretti”.