Catanzaro, Nino De Santis nuovo capo della squadra mobile: “buon lavoro”

Il saluto della Compagnia dei Democratici Calabria al crotonese Rodolfo Ruperti, per anni a capo della squadra mobile di Catanzaro, ed il benvenuto al nuovo dirigente Nino De Santis, “con l’augurio di vederlo prossimamente protagonista importante nella lotta alla criminalità organizzata”

 

questura catanzaro“La Compagnia dei Democratici intende manifestare un plauso per l’attività svolta negli ultimi  anni dal crotonese Rodolfo Ruperti a capo della squadra mobile di Catanzaro che nei prossimi giorni diventerà il nuovo dirigente della mobile di Palermo.

Sostituirà Maurizio Calvino che è stato nominato Questore.  Durante la sua permanenza a Catanzaro, la squadra mobile ha condotto numerose indagini contro la criminalità organizzata operanti nella nostra Regione,  infatti le indagini degli investigatori diretti da Ruperti hanno sempre creato un vero baluardo alle  cosche di ‘ndrangheta“.

Così una nota stampa di Salvatore Lucà e Luigi D’Ippolito – Compagnia dei Democratici Calabria, che prosegue:

 “Abbiamo sempre apprezzato l’attività di Ruperti ma ancor di più oggi  dopo le sue dichiarazioni in fase di commiato ‘Credo – ha detto – che per battere qualsiasi tipo di mafia sia necessario un cambio di cultura. Le mafie si cibano di omertà e paura. A fianco del nostro lavoro, dunque, ci deve essere un cambio culturale’.

Sono questi i percorsi che condividiamo convintamente  e, pur in ruoli sicuramente  molto diversi, lavoriamo per cercare di cambiare una realtà che purtroppo non è immune da tantissime inquietudini e difficoltà. Oltre a uomini come Ruperti, c’è la necessità di costruire  modelli di educazione  tesi a sensibilizzare lo  sviluppo della cultura della legalità tra tutta la nostra popolazione principalmente con la partecipazione attiva delle scuole. Bisogna in modo significativo e tangibile operare per eliminare  omertà e paure.

L’esempio giornaliero di questi operatori sul ‘campo’ deve  incentivare sempre di più i cittadini e  gli imprenditori a rialzare la testa e ricambiare totalmente l’approccio con tutte le questioni di illegalità diffusa sempre più pervasivi e ostativi.  

Auguriamo al dottor Ruperti un in bocca al lupo per il nuovo incarico e alla stessa maniera  porgiamo un benvenuto  al nuovo dirigente, dottor  Nino De Santis, con l’augurio di vederlo prossimamente  protagonista importante nella lotta alla criminalità organizzata. I calabresi hanno bisogno di serenità e di buoni esempi di legalità per poter  intraprendere quei percorsi di ripresa ormai improcrastinabili. L’opera di uomini  come Ruperti e De Santis  - si conclude - è necessaria e strategica per raggiungere questi obiettivi. Auguri di cuore ad entrambi e un grazie per quello che quotidianamente faranno  per  migliorare le nostre condizioni di vita”.