Catania nei guai, arrestato il Presidente Pulvirenti: “hanno comprato le partite per salvarsi”

Nuovo scandalo nel calcio in serie B: arrestati il Presidente del Catania, il suo vice Cosentino e altri 5. L’accusa è gravissima

catania antonino pulvirentiUn altro scandalo di calcioscommesse scuote il mondo dello sport italiano. La Digos della Questura etnea ha arrestato sette persone tra cui il presidente del Calcio Catania, Antonio Pulvirenti, l’amministratore delegato Pablo Cosentino e l’ex direttore sportivo Daniele Delli Carri. Le altre quattro persone arrestate sono agenti di scommesse sportive e procuratori sportivi. Si tratta di Giovanni Impellizzeri, Piero Di Luzio, Fabrizio Milozzi e Fernando Arbotti. Sono ritenuti responsabili di frode in competizione sportive e di truffe. Secondo l’accusa, alcune partite del Catania sarebbero state truccate dietro il pagamento di somme di denaro. Gli arrestati sono stati posti ai domiciliari. L’operazione di polizia e’ stata denominata ‘I treni del goal’. Le indagini sono condotte dalla Digos etnea, su ordine della locale Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, con l’ausilio di personale delle Digos delle Questure di Roma, Chieti e Campobasso e del Compartimento della Polizia Postale di Catania. Ulteriori dettagli verranno resi noti nel corso della conferenza stampa che si terra’ presso gli uffici della Procura della Repubblica alle ore 11.00.

Cinque partite al centro dell’inchiesta

Sono cinque le partite del Catania Calcio al centro dell’inchiesta che ha portato all’arresto del presidente della societa’, Antonio Pulvirenti, del direttore generale e dell’amministratore delegato e di altre cinque persone tra bookmaker e procuratori sportivi. Secondo la Dda di Catania, le partite sarebbero state ‘comprate’ dal club rossoarruzzo per evitare la retrocessione della squadra dalla serie B del campionato. Al momento non sono indagati ne’ giocatori ne’ dirigenti di altri club, ma la Procura di Catania starebbe vagliando la posizione di alcuni di loro. Nel fascicoilo sono confluite varie intercettazioni telefoniche.