Calabria: una proposta di legge contro il lavoro nero

Il capogruppo del Pd in Consiglio regionale Sebi Romeo propone una nuova legge contro il lavoro nero

sebi romeoCome contrastare il lavoro nero che, secondo stime ufficiali, coinvolge circa 1/5 degli occupati, assumendo caratteristiche di fenomeno endemico e di lunga durata soprattutto nelle regioni del Mezzogiorno? “Ci sono molti mezzi - afferma il capogruppo del Pd in Consiglio regionale Sebi Romeoma è chiaro che si è di fronte ad una piaga sociale che, anche per l’emergenza umanitaria rappresentata dalle migrazioni in atto che vede impegnate in prima fila le regioni dell’Italia del Sud come la Sicilia e la Calabria, assume dimensioni inquietanti. Una piaga sociale – aggiunge Romeo – che chiama tutti i soggetti politici, imprenditoriali, sociali e culturali a fare rete per fronteggiarla adeguatamente, utilizzando, in maniera sistemica ed efficace, ogni strumento legislativo ed amministrativo a nostra disposizione. Da qui – spiega Romeo – la proposta di legge recante ‘Disciplina in materia di contrasto al lavoro non regolare’ che mira a irrobustire le previsioni della legislazione nazionale per incentivare le imprese che intendano ‘emergere’ e l’attività ispettiva e di controllo, ma anche alcuni punti di originalità che avremo modo di chiarire nel corso dell’iter che prevede l’esame del testo di legge in Commissione e subito dopo in Consiglio regionale per l’approvazione”.
La proposta di legge “Disciplina in materia di contrasto al lavoro non regolare”, a firma del presidente del Gruppo regionale del Pd Sebi Romeo, sarà illustrata in una conferenza stampa programmata per mercoledì 10 giugno (ore 10) nell’Aula Giuditta Levato di Palazzo Campanella.