Calabria, nuova SS106: “manca solo il Pd! Lo aspettiamo…”

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” condivide nel metodo e nel merito le prese di posizioni dei sindacati e dei sindaci dell’alto jonio circa i ritardi incredibili e non più tollerabili sull’avvio dei lavori del 3° Megalotto della S.S.106 tra Sibari e Roseto

basta vittime sulla ss106L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” condivide “nel metodo e nel merito le prese di posizioni dei sindacati e dei sindaci dell’alto jonio circa i ritardi incredibili e non più tollerabili sull’avvio dei lavori del 3° Megalotto della S.S.106 tra Sibari e Roseto.

Sulla vicenda la Nostra Associazione non ha nulla da aggiungere rispetto a quanto già affermato nei giorni scorsi attraverso la stampa dalla CGIL, CISL e UIL e dai sindaci dei comuni dell’alto jonio interessati dalla realizzazione di questa importante infrastruttura.

Tuttavia, intendiamo sottolineare che si è ormai composto un fronte che agisce nell’interesse generale, che rivendica l’avvio immediato dei lavori per la Nuova S.S.106 tra Sibari e Roseto e che è costituito dai sindaci degli otto comuni dell’alto jonio, da tutte le forze sindacali della nostra Calabria, dalla minoranza e dalla maggioranza regionale che hanno già approvato un ordine del giorno congiunto per chiedere al Governo l’avvio immediato dei lavori, dalla Nostra Associazione, dalle forze parlamentari del Nuovo Centro Destra.

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” auspica che al più presto, sul tema dell’ammodernamento della S.S.106 tra Sibari e Roseto possano esprimersi anche le forze parlamentari del Pd calabrese, ovvero, le uniche non pervenute; le uniche che ad oggi non si sono espresse sulla questione e che purtroppo, invece, ricordiamo per le sgradevoli posizioni assunte attraverso gli onorevoli Realicci, Covello e Nicodemo Oliverio con una interrogazione al Ministro all’Ambiente in cui essi esprimevano la loro contrarietà al progetto.

C’è un tempo per sbagliare, c’è un tempo per stare zitti e non muovere una foglia e poi ci sarà, vogliamo sperarlo, anche un tempo in cui i parlamentari calabresi del PD che dovrebbero rappresentarci a Roma decideranno di fare qualcosa – com’è loro dovere – per pretendere dal Governo di cui essi fanno parte l’avvio immediato ed urgente dei lavori per il 3° Megalotto sulla S.S.106 tra Sibari e Roseto”.