Calabria: complimenti di Oliverio a Munzi e Criaco per i nove David di Donatello al film “Anime Nere”

Oliverio: “il trionfo ai David di Donatello del film “Anime nere” con l’assegnazione di nove statuette al film di Francesco Munzi girato in Calabria non può che riscuotere il plauso e l’ammirazione delle istituzioni che rappresento”

Pasquale Romeo in una scena di Anime Nere“Il trionfo ai David di Donatello del film “Anime nere” con l’assegnazione di nove statuette al film di Francesco Munzi girato in Calabria non può che riscuotere il plauso e l’ammirazione delle istituzioni che rappresento”. E’ quanto afferma, in una nota, il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio. Il ringraziamento del regista alla Calabria e alle comunità della Locride che hanno sostenuto in solitudine un film coraggioso sulla modernità complessa della ‘ndrangheta –prosegue Oliverio- è la dimostrazione che anche nella nostra regione le migliori culture possono sconfiggere i più pericolosi tabù e luoghi comuni. Un grazie sentito voglio rivolgerlo anche allo scrittore calabrese Gioacchino Criaco che, con il suo romanzo edito da Rubettino, ha permesso un’operazione culturale di alto respiro”. “Per troppo tempo –conclude il Governatore della Calabria- le istituzioni hanno ignorato le capacità dell’economia creativa locale, mai considerata nel pieno delle sue possibilità. Soprattutto sul versante del cinema è giunto il momento di avviare al meglio il sostegno istituzionale di questo comparto. L’enorme successo di “Anime nere” ci sprona a farlo nel più breve tempo possibile”.