Bova Marina: all’istituto Euclide un tuffo nella storia con l’ultimo lavoro del magistrato Rocco Cosentino

Gianfranco Marino e Rocco CosentinoSi chiama l’eloquenza del silenzio, è questo il titolo del nuovo romanzo scritto dal magistrato taurianovese Rocco Cosentino protagonista qualche giorno addietro dell’ennesimo appuntamento culturale promosso dall’Istituto di istruzione Superiore Euclide di Bova Marina e fortemente voluto dalla dirigente Carmen Lucisano. E’ una storia di guerra e d’amore quella trattata da Cosentino nell’ultimo lavoro presentato ai ragazzi dell’Euclide durante un incontro dibattito condotto dal giornalista Gianfranco Marino, un romanzo ispirato ad una storia realmente accaduta, quella di Domenico Saletta, vice Commissario Aggiunto di PS presso la Questura di Como e responsabile dell’ufficio politico della stessa, condannato a morte dal Tribunale Militare Straordinario di Guerra e fucilato il 23 maggio 1945. Un tuffo nella storia dunque, ma sicuramente non solo questo, tra gli argomenti trattati con i ragazzi, anche alcune tematiche di stretta attualità, dalla questione legalità al ruolo della scuola nei percorsi di crescita culturale, dalla questione meridionale al ruolo della magistratura nei nostri territori. “Mi piace definire quest’ultimo lavoro – dice l’autore – un romanzo storico multitemporale dalle fosche tinte noir. I protagonisti sono due giovani Gustavo e Rocco. Stessa città di origine, Palmi, stessa meta, Como. Due epoche diverse, passato e presente. I due percorreranno una strada in salita, guidati dalla sapiente arte di un regista occulto. Il fato li prenderà ben presto per mano e li accompagnerà nel difficile cammino della loro esistenza, che avrà un inesorabile epilogo ora drammatico ora pieno di speranza. La storia si snoda in un andirivieni di personaggi e loschi figuri che danno loro la forza di lottare per gli ideali in cui credono e di non lasciarsi sopraffare dalle alterne vicende cui sono costretti a far fronte. Inoltre – conclude Cosentino – il viaggio del giovane protagonista da Palmi a Como mi ha consentito di affrontare alcuni temi di attualità come l’autismo, la pedofilia nella Chiesa e le scorte ai magistrati”. Presenti all’appuntamento, oltre all’autore ed alla dirigente Lucisano anche i consiglieri provinciali Giuseppe Saletta e Pierpaolo Zavettieri.