Barcellona PG, Marineria locale: disponibili i fondi per lo sviluppo

Nel fine settimana il sindaco ha incontrato le altre autorità interessate

materia marineria localeSabato pomeriggio presso l’Aula Preconsiliare del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto il Sindaco Roberto Materia, accompagnato dagli Assessori Munafò e Coppolino ed il Funzionario Ing. Perdichizzi, hanno incontrato la marineria della litoranea ed il GAC (Gruppo Azione Costiera) nelle persone del Direttore Lembo, il Dottore Rottino, la Dottoressa Conti ed il Sig. Accetta, Presidente della Federazione delle Cooperative della Pesca.

Oggetto dell’incontro sono state le idee di sviluppo e sostegno per i pescatori della litoranea di Barcellona Pozzo di Gotto, ritenute dall’Amministrazione appena insediatasi risorsa strategica per la comunità tutta.

Il GAC ha relazionato l’assemblea circa le possibilità in termini di finanziamenti, passati e futuri, di carattere europeo. Il Direttore Lembo, prendendo la parola, ha informato che la litoranea di Barcellona Pozzo di Gotto, insieme a Gioiosa Marea, Patti e Terme Vigliatore, è luogo strategico dove poter prevedere non solo un luogo di sbarco. Sottolineando come i termini dei finanziamenti previsti nel periodo 2007-2013 siano già scaduti -e poco o nulla utilizzati per mancanza di progettualità-, ha spronato la marineria e l’Amministrazione a presentare entro dicembre 2015 proposte operative attraverso le quali intercettare i finanziamenti previsti per il periodo 2014-2020. Oltre a luoghi di sbarco -ha continuato Lembo-, guardando da Capo Calavà a Capo Milazzo, sarà possibile promuovere i prodotti ittici. A tal proposito ha informato che il GAC sarà presente all’Expo di Milano attraverso un video ed una brochure stampata in 80.000 copie in italiano ed in inglese con l’obiettivo di comunicare le peculiarità del nostro pescato, della nostra marineria e quindi promuovere la nostra zona anche sotto il punto di vista turistico. Con questo fine, il GAC ha già previsto la realizzazione di un Museo del Mare a Patti, video subacquei che documentino l’attività di pulizia dei nostri fondali -attività attualmente in essere-, corsi scolastici e di aggiornamento professionale. Ulteriore obiettivi dei fondi europei 2014-2020 potrebbero essere quelli della tracciabilità del pescato e della formazione della marineria locale alla legislazione europea per aumentare così il livello di competitività nel difficile mercato attuale.

marineria locale barcellona pgA seguire è intervenuto Nino Accetta in qualità di Presidente della Federazione delle Cooperative della Pesca che ha affermato come il GAC nasca per aiutare la marineria nella vita quotidiana, non fermandosi all’attività in mare, ma proiettandosi anche una volta scesi a terra. In tale ottica, le Amministrazioni -continua Accetta- hanno il dovere di supportare concretamente i lavoratori mediante la presentazione di progettualità considerata la grande disponibilità di risorse comunitarie mal valorizzate: 22 milioni di euro restituiti nel 2014 e 44 milioni di euro che si restituiranno a Bruxelles nel 2015. Per la programmazione 2014-2020 -ha concluso Accetta- i pescatori della zona presenteranno al Sindaco Materia i desiderata per promuovere e valorizzare questa comparto strategico per lo sviluppo dell’intera Barcellona Pozzo di Gotto oltre che della Provincia intera.

Il Sindaco Materia, a nome degli Assessori presenti e dell’intera Amministrazione, ha ringraziato la marineria ed il GAC della presenza all’incontro rendendosi disponibile sin da subito a recepire le esigenze e trasformarle in tempi celeri in progettualità capaci di intercettare tali fondi europei essenziali per poter dare ossigeno al territorio. Proprio in tale direzione, con il supporto dell’Ing. Perdichizzi, ha presentato in Assemblea il progetto già esecutivo per un luogo di sbarco in località Cicerata da modellare anche sulla scorta delle richieste espresse dai pescatori in assemblea, felici di avere finalmente avuto voce in capitolo su argomenti che interessano la loro vita e lavoro.