Badolato (Cz): domani si terrà l’operazione “Spiagge pulite 2015”

Domani 28 giugno, dalle ore 10 alle ore 12, si terrà a Badolato, l’operazione “Spiagge pulite 2015”. L’iniziativa, promossa dal Circolo Legambiente Catanzaro, in collaborazione con il comune di Badolato, vedrà la partecipazione di molte associazioni sociali e di volontariato

Microsoft Word - locandina spiaggepulite.docDomani 28 giugno, dalle ore 10 alle ore 12, si terrà a Badolato, l’operazione “Spiagge pulite 2015”. L’iniziativa, promossa dal Circolo Legambiente Catanzaro, in collaborazione con il comune di Badolato, vedrà la partecipazione di molte associazioni sociali e di volontariato. Nel gazebo comunale, presente nell’area verde del lungomare, verrà distribuito tutto il materiale necessario per partecipare alla raccolta dei rifiuti sulla spiaggia. L’evento è “aperto a tutti gli amanti del mare, dell’ambiente e del proprio territorio”. La campagna di sensibilizzazione “Spiagge e fondali puliti” è partita in tutta Italia, lo scorso 22 maggio. Tra i rifiuti più frequenti, presenti sulle nostre spiagge, vi sono bottiglie e contenitori di plastica, seguiti da tappi e coperchi a pari merito con i mozziconi di sigaretta. Seguono, stoviglie usa e getta di plastica, cotton fioc, mattonelle e calcinacci. Rifiuti che hanno un impatto pesante sugli ecosistemi, ma anche sull’economia e sul turismo. Uccelli, tartarughe e mammiferi marini possono restare intrappolati nelle reti da pesca o morire per soffocamento dovuto all’ingestione accidentale di rifiuti. Inoltre, le microplastiche ingerite dagli organismi acquatici sono la causa principale del disequilibrio della catena alimentare e dell’intero ecosistema marino. Sul fronte economico vanno considerati i danni meccanici alle imbarcazioni e alle attrezzature da pesca, allo stock ittico, i costi di pulizia delle aree costiere e le conseguenze sull’appeal turistico. Armati di guanti, sacchi della spazzatura e cappellini, tutti i cittadini possono contribuire a “spazzare via, insieme alla sporcizia, anche l’ignoranza, l’incuria e l’indifferenza”. Per l’edizione 2015, Legambiente ha lanciato anche l’hashtag #schifidaspiaggia. Le foto con i rifiuti più insoliti, pubblicati su instagram, twitter e facebook usando l’hashtag dedicato, saranno inseriti sul sito nazionale www.legambiente.it.