Allerta Meteo, nuovo peggioramento da martedì

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni meteo sull’Italia fino a sabato 20 giugno

Fulmini cadono su un campo eolico a Dehlitz, Germania, 3 maggio 2012. ANSA / BERND MAERZl Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Tempo previsto fino alle 7 di domaniNord: estesa copertura nuvolosa con rovesci e temporali sparsi su tutte le regioni ma con fenomeni anche intensi su Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia e, nella prima parte del pomeriggio, anche su Piemonte e Liguria. Miglioramento in serata con con una moderata persistenza in particolare su Lombardia e Friuli Venezia Giulia.

Centro e Sardegna: alternanza di schiarite ed annuvolamenti sulla Sardegna con scarse probabilita’ di precipitazioni e aumento delle nubi dalla nottata. Nuvolosita’ irregolare a tratti intensa sul settore tirrenico e sull’Umbria con associate precipitazioni in prevalenza temporalesche sulla Toscana dove potranno risultare anche intense, a carattere di pioggia e locali rovesci sulle restanti regioni; parzialmente nuvoloso sul settore adriatico con locali addensamenti, piu’ consistenti sulle marche, che potranno causare sporadici piovaschi; generale seppur temporanea attenuazione di nubi e fenomeni in serata con qualche addensamento piu’ persistente sull’alta Toscana e nuovo aumento della nuvolosita’ al mattino ad iniziare sempre dai versanti tirrenici. Sud e Sicilia: sereno o poco nuvoloso per transito di nubi in prevalenza medio alte e stratiformi con locali e temporanei addensamenti. Temperature: minime in lieve aumento su Sicilia e aree ioniche e del basso adriatico; in lieve diminuzione altrove.Venti: in prevalenza dai quadranti meridionali di moderata intensità, con tendenza a ruotare da nord sulla Sicilia e dai quadranti orientali sul triveneto. Mari: da mossi a localmente molto mossi tutti i mari.fulmini

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domaniNord: molte nubi al mattino con piogge o temporali su Liguria, Lombardia centro-settentrionale, Piemonte centro meridionale e sull’intero settore Alpino e Prealpino. Qualche schiarita sara’ presente sulla parte centro orientale dell’Emilia Romagna e lungo le coste di Veneto e Friuli Venezia Giulia. Tra la tarda mattinata ed il primo pomeriggio la nuvolosita’ tendera’ ad aumentare ulteriormente coinvolgendo, sottoforma di rovesci o temporali, gran parte del settentrione, con riferimento particolare ai settori alpini e prealpini, ad eccezione del Veneto centro-meridionale e della Romagna dove per lo piu’ assente risultera’ la fenomenologia. tra la serata e le ore notturne parziale attenuazione delle precipitazioni che rimarranno confinate ala Liguria di levante, Piemonte e settori settentrionali del resto del nord. Centro e Sardegna: sull’isola estesa copertura nuvolosa con precipitazioni associate in graduale attenuazione nel corso del pomeriggio. Molte nubi anche su Toscana con rovesci e qualche temporale gia’ durante le prime ore del giorno. Nuvolosita’ variabile altrove ma con instabilita’ e nubi in aumento nel corso della mattinata cui si assoceranno piogge o rovesci sparsi tra Lazio, Umbria, Abruzzo e zone un po’ piu’ interne di Marche. Attenuazione dei fenomeni durante la seconda parte della giornata. Sud e Sicilia: bel tempo con poche nubi ed ampie zone di sereno ad eccezione dell’alta Campania, Molise e Puglia garganica dove il transito di una nuvolosita’ un po’ piu’ compatta potra’ dar luogo ad occasionali piogge tra tarda mattinata ed ore pomeridiane comunque in assorbimento verso il tramonto. Temperature: minime in lieve diminuzione al nord est, su Sardegna, regioni centrali peninsulari e Campania, senza variazione di rilievo sul resto della penisola; massime in generale aumento al centro-nord, Sardegna, regioni ioniche e Sicilia; in lieve diminuzione tra Campania, Abruzzo, Molise e Puglia garganica. Venti: in prevalenza dai quadranti meridionali di moderata intensità con tendenza a disporsi dai quadranti settentrionali sul settore tirrenico centro-meridionale e sui tratti di mare compresi tra le due isole maggiori. Mari: mossi un po’ tutti i mari; localmente molto mossi il Mar Ligure, il Mar di Sardegna ed il Tirreno centro-settentrionale; tendenza a graduale attenuazione del moto ondoso specie su Adriatico centrale e meridionale e sul Mar Ionio.pioggia-intensa

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni. MARTEDI’ 16 Nord: le condizioni tornano a peggiorare in modo deciso su gran parte del settentrione. Nubi sempre piu’ diffuse e compatte saranno associate a piogge o temporali che su Liguria, Piemonte e Lombardia centro-settentrionali e tra Veneto e Friuli Venezia Giulia potranno risultare anche di forte intensita’. Nel corso del pomeriggio e verso sera i temporali, sempre in genere intensi, giungeranno a coinvolgere anche l’area romagnola. Parziale miglioramento durante le ore notturne sulle regioni tra Valle d’Aosta, Piemonte occidentale e Liguria di ponente. Centro e Sardegna: nuvolosita’ sempre piu’ diffusa tra Sardegna e regioni peninsulari con piogge sparse che interesseranno dapprima il settore centro settentrionale dell’isola e buona parte di Toscana per poi estendersi al resto delle regioni peninsulari durante le ore pomeridiane. Le precipitazioni aumenteranno di intensita’ tra la serata e la notte su Toscana, Lazio, e sulle regioni adriatiche risultando di forte intensita’ sulle Marche. Sud e Sicilia: passaggi nuvolosi medio alti interesseranno gran parte del meridione ad eccezione del Salento, delle aree ioniche e della Sicilia centro-meridionale che vedranno ampi e decisi spazi di sereno. Qualche nube temporaneamente piu’ compatta potra’ presentarsi tra Molise e Puglia garganica e sulla Sicilia occidentale dando luogo a sporadici brevi piovaschi. Temperature: minime stazionarie o al piu’ in lieve aumento al meridione; massime i diminuzione al nord ed in aumento sulle regioni centrali peninsulari; stazionarie altrove. Venti: deboli variabili al nord ad eccezione di Liguria dove risulteranno ancora moderati sudoccidentali; deboli orientali sulle regioni adriatiche e su quelle ioniche; da deboli a moderati nordoccidentali sulle regioni del basso Tirreno e tra Sardegna e Sicilia occidentale con decisi rinforzi sui tratti di mare tra le due isole maggiori; da deboli a moderati meridionali altrove. Mari: poco mossi l’Adriatico e lo Ionio; da mossi a molto mossi i rimanenti mari con moto ondoso piu’ marcato tra mare e canale di Sardegna e stretto di Sicilia. MERCOLEDI’ 17: migliora gradualmente al nord ad iniziare dal Triveneto ma con precipitazioni anche diffuse che tenderanno ad insistere sul resto del settentrione fino al primo pomeriggio per poi attenuarsi in modo pressoche’ definitivo. Diffuso maltempo all’insegna di pioggia o temporali al centro Sardegna con fenomeni che tenderanno a perdere di consistenza per fine giornata. Nubi in arrivo anche al meridione con piogge e rovesci sparsi che risulteranno piu’ frequenti su Campania, Molise e Puglia mentre piu’ deboli e piu’ isolati si presenteranno tra Basilicata, Calabria tirrenica e Sicilia settentrionale. GIOVEDI’ 18: tornpioggiaano un po’ di nubi al nord ma senza particolari fenomeni associati se non in prossimita’ dei rilievi e comunque con tendenza a cielo da sereno a poco nuvoloso per fine giornata. Migliora anche al centro seppur con qualche rovescio al mattino e primo pomeriggio tra Marche, Abruzzo, basso Lazio e Sardegna centro-meridionale. Moderato maltempo la sud in graduale miglioramento tra la sera e la notte.VENERDI’ 19 e SABATO 20: giornata di venerdi’ con poche nubi e pochi fenomeni se non quelli confinati alle zone interne del meridione durante le ore piu’ calde della giornata. Sabato piu’ nubi al nord con nuove piogge sull’alto Triveneto, sui settori settentrionali della Lombardia in successiva estensione a Piemonte, Liguria e marginalmente sul settore occidentale di Emilia Romagna. Un po’ piu’ stabile sul resto del territorio seppur con nubi in aumento a iniziare dalle regioni centrali.

Fonte MeteoWeb