Villa San Giovanni: festa della mamma in piazza con l’Associazione giovani con diabete [FOTO]

A Villa san Giovanni si è svolta una festa in onore della festa della mamma e per aiutare i giovani affetti da diabete

agd 1 (1)In un clima di festa e divertimento, si è svolta a Villa San Giovanni in piazza Valsesia, una grande iniziativa dedicata alla festa della mamma. L’evento è stato organizzato da AGD, “Associazione giovani con diabete Prof. Renato Caminiti” e ha visto la partecipazione, fra gli altri, di suor Valentina Sorgonà del Centro di ascolto di Archi, Don Italo Calabrò e della psicologa, Roberta Racinaro.

AGD, che ha sede nell’omonima Casa di Cura di Villa San Giovanni, è stata fondata il 19 febbraio di quest’anno con l’impegno prioritario di aiutare i giovani con diabete e le loro famiglie nella gestione dei molteplici e complessi aspetti che riguardano la patologia. L’associazione non ha scopo di lucro, tutela i diritti dei più piccoli e dei giovani insulino dipendenti, nel settore sociale e sanitario. Si occupa inoltre di formazione, ricerca scientifica attraverso anche l’organizzazione di soggiorni educativi, attività sportive e manifestazioni dedicate, che possano essere utili per favorire lo scambio di esperienze, non solo in campo sanitario, ma soprattutto sociale al fine di diffondere i corretti stili di vita non solo ai bimbi diabetici ma a tutti.

In questo contesto – spiega Raffaella Caminiti, presidente di AGD – la manifestazione a cui abbiamo dato vita, ha segnato anche l’esordio ufficiale dell’associazione che ha registrato così la sua prima iniziativa pubblica da quando è nata. E’ stato un momento di grande partecipazione e di sensibilizzazione sui temi che interessano da vicino la nostra realtà associativa. Siamo soddisfatti di questo primo approccio con il territorio perché crediamo sia fondamentale che alla collettività arrivino sempre informazioni corrette e dei messaggi che noi riteniamo basilari. Su tutti, l’importanza dell’amore e degli affetti, nella vita di ogni giorno, la centralità del ruolo della mamma e dell’impegno necessario per costruire una famiglia. Abbiamo fatto tutto questo – ha aggiunto Caminiti – in un clima di gioia e allegria, coinvolgendo tanti bambini e la gente che è stata con noi in piazza, in chiave prettamente positiva, informale e divertente. Non sono mancate le sorprese, fra queste dei riconoscimenti speciali per delle mamme con bimbi che hanno il diabete. Tutto – ha concluso il presidente di AGD - si ricollega ai percorsi di vita di ognuno di noi, fra alti e bassi, proprio come nel caso del diabete. Ma questa patologia non ti cambia la vita se viene effettuato un buon autocontrollo, una corretta  alimentazione e tanta attività fisica”.