Unime, strade sicure: l’importante offerta del Dipartimento d’Ingegneria

Perfezionata l’offerta formativa, si punta alle collaborazioni con numerosi enti

viadotto himeraIn un momento in cui la Sicilia è scossa da autostrade e viadotti pericolanti, il Dipartimento d’Ingegneria Civile diretto dal prof. Antonino D’Andrea caratterizza la propria attività sviluppando o rinnovando le numerose convenzioni con gli enti locali. Il fine è quello di mitigare il rischio sismico, offrendo alla città e alla Regione le migliori competenze – garantite da un parterre di 41 docenti – per le infrastrutture di trasporto, per le opere idrauliche e più in generale per la messa in sicurezza del territorio. In tal senso s’inquadra soprattutto il Laboratorio di Prove e Sperimentazione Materiali e Strutture, potenziato per volontà dell’Ateneo con l’acquisizione di nuove attrezzature. A beneficiare dell’offerta non sono soltanto gli utenti che usufruiscono in ultima analisi delle opere, ma le istituzioni tutte, dal Genio Civile  all’Anas, dal Cas a Rfi. Realtà, queste, che beneficeranno di un contributo tecnico importante. Perché per avere strade sicure servono innanzitutto competenze e conoscenze: a questo input l’Università risponde con una laurea triennale in Ingegneria Civile e dei Sistemi Edilizi e con tre lauree magistrali, rispettivamente in Ingegneria Civile, Edile per il Recupero e in Scienze informatiche.