Tentata estorsione ad un macellaio: un fermo nel cosentino

Fermato a Rende (CS) un uomo di 31 anni, con l’accusa di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni di un macellaio

CarabinieriI Carabinieri di Cosenza hanno fermato a Rende Antonino Provenzano, di 31 anni, per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni di un macellaio. Insieme a lui, sono indagati i già detenuti Mario Gatto e Renato Mazzulla. Provenzano e Gatto, quest’ultimo ritenuto vicino alla cosca di ‘ndrangheta dei “Lanzino-Ruà”, avrebbero incaricato Mazzulla per la richiesta estorsiva.

Il pm della Dda di Catanzaro, Pierpaolo Bruni, ha disposto il fermo di Antonino Provenzano.