Taormina, l’Isolabella è in pericolo: “è necessario tutelare l’assetto naturalistico”

Chioschi e lidi vogliono occupare la riserva: “così corriamo il rischio di snaturarla”

Taormina_IsolaBella2Intercettata dai cronisti della Gazzetta del Sud, Anna Abramo – direttore della Riserva di Isolabella – ha lanciato un monito sulla necessaria tutela dell’oasi. Il patrimonio, infatti, sarebbe al centro di numerose richieste provenienti da lidi e chioschi, richieste che vanno fermamente respinte secondo Abramo, proprio per evitare che questa splendida realtà perda la sua natura selvaggia. Già adesso, sottolinea la dirigente, è difficile mantenere la pulizia del punto turistico e solo grazie al fondamentale ausilio dei volontari questa delicata operazione viene portata a termine quotidianamente, specie nella stagione estiva. Per questa ragione, con l’arrivo del caldo estivo, i tentativi di occupare metri quadri per finalità economiche devono essere rispediti al mittente, monitorando altresì l’eventuale occupazione abusiva dei privati.