Tantissime calabresi e siciliane under 20 al casting di X Factor

Migliaia di ragazzi a Roma, sotto un sole infuocato, sperando nel grande sogno: un futuro da pop star

X FactorMigliaia di ragazzi a Roma, sotto un sole infuocato, sperando nel grande sogno: un futuro da pop star. Oltre 10 mila giovani, soprattutto ragazze tra i 18 e 20 anni provenienti dal Sud, stanno ‘invadendo’ il Palalottomatica di Roma per i nuovi casting di X Factor. Dall’agricoltore rapper che ha scritto un’invettiva contro tutti i rapper italiani tranne Fedez alla 16enne Stella che arriva da Napoli, sono in tanti – soprattutto ragazze under 20 provenienti dal meridione: Calabria e Sicilia in particolare – a tentare di approdare sul palco del talent show che lo scorso anno ha visto trionfare Lorenzo Fragola e che anche quest’anno è in cerca dei 12 concorrenti per la nuova edizione che andrà in onda dal prossimo autunno su Sky Uno . Questa fase di casting è stata anticipata da X Factor on the Road il tour che, per il secondo anno consecutivo, ha attraversato l’Italia alla ricerca di voci inedite e talenti nascosti. La grande novità di questa edizione è rappresentata dalla categoria Gruppi che, da quest’anno, non è più riservata ai gruppi vocali ma è estesa anche a band e a qualsiasi formazione musicale con almeno un componente cantante. Mentre le altre categorie sono, come sempre, Under donne, Under uomini e Over 25. I cantanti più gettonati per i provini sono Hozier, Ed Sheeran, Adele e Sam Smith tra gli stranieri e Mina, Giorgia e Nada tra i nostrani. A tutti in ogni caso è stato chiesto di cantare, a cappella, un brano in italiano e uno in inglese. E oggi, a dare manforte agli aspiranti concorrenti, c’erano anche alcuni vincitori delle scorse edizioni, come Chiara Galiazzo, Francesca Michielin e Lorenzo Fragola. Michele Bravi invece, non potendo essere presente ha mandato un videomessaggio. Tra gli aspiranti concorrenti c’è Vincenzo, 16enne di Palermo, che a Roma è arrivato accompagnato dal papà. Non è molto che canta, racconta all’Adnkronos: “Ho cominciato a suonare la chitarra da quattro anni mentre sono solo otto mesi che mi sono appassionato al canto, grazie alla mia fidanzata. E’ stata lei che, avendomi ascoltato, mi ha detto di provarci. E ora sono qui”. “Due mesi non sapevo che mio figlio avesse questo dono, l’ho scoperto due mesi guardando un suo video sul cellulare – dice il papà – e anche io l’ho invogliato a venire qui”. Anche Vanessa, di Popoli (Pescara), ha 16 anni e canta da 10 anni. Ha preso lezioni di chitarra e così ha cominciato anche a cantare e a scrivere brani: “Oggi non porto un pezzo mio – dice – ma non escluso che se passo questa fase, alla prossima porterò un brano tutto mio”. Stella ha quasi 17 anni e viene da Napoli. Lei canta sin da quando è piccola “ma che studio sono due anni”, sottolinea. Ai provini capitolini, iniziati ieri e in corso fino a domani, c’era anche Michele, 29 anni, commerciante, che canta “da quando è nato. Mia madre mi dice che già cantavo nella pancia…”. Del suo provino dice che è andato abbastanza bene, che il suo “giudice era tranquillo”. Il prossimo appuntamento adesso è a Bologna, il 23-24-25 maggio presso le Torri Unipol (Via Larga 6).