Sbornia Reggina, il Day After: 30 maggio 2015 tra i giorni più belli di tutta la storia amaranto, emozione unica

Reggina, la festa continua: ieri un’emozione storica al San Filippo e grande festa fino a tardi in città, adesso sia davvero un nuovo inizio

messina reggina 0-1 30 maggio (9)Un’emozione unica. Uno dei giorni più belli di tutta la storia amaranto. Non è una semplice salvezza in Lega Pro. E’ un playout vinto contro il Messina, uno spareggio salvezza che decreta la terza “carcagnata” consecutiva, che conferma la superiorità amaranto in riva allo Stretto otto anni dopo l’ultima volta. E’ un’impresa eroica, storica, che tutti i tifosi della Reggina che l’hanno vissuta con gioia ed entusiasmo potranno raccontarla ai loro figli ricordando un derby glorioso. Reggio Calabria prova a smaltire la sbornia, ma ancora non ci riesce. E’ stato tutto troppo bello per i supporters amaranto, che hanno festeggiato fino a tarda sera sul pullman scoperto insieme alla squadra.

messina reggina 0-1 30 maggio (2)Quelli che fino a due settimane fa erano i protagonisti di una stagione deprimente, adesso sono giustamente diventati eroi. La trasferta degli oltre mille tifosi che hanno seguito la squadra al San Filippo ha segnato un momento indelebile nel settore ospiti e poi sui traghetti. Chi, poi, ha sofferto per tutta la stagione ed è stato sempre vicino alla squadra, ha un gusto doppio per questo vero e proprio trionfo che in 90 minuti ha regalato emozioni uniche, una sofferenza infinita e molto intensa, poi l’esplosione di gioia al gol-vittoria di Balistreri che rimarrà per sempre scolpita negli annali del calcio amaranto. E pensare che poche ore prima di firmare con la Reggina era praticamente un calciatore del Messina… No, non era una semplice salvezza in Lega Pro. E’ stata un’altra “carcagnata“, forse la più bella perchè in casa loro. Vale più di una serie A, perchè negli ultimi anni alla serie A la tifoseria reggina si era assuefatta. Le delusioni delle ultime stagioni, invece, rendono straordinario il trionfo di ieri. E che sia un nuovo inizio, perchè Reggio Calabria ha scoperto di nuovo quant’è bello festeggiare tutti insieme.