Samo (Rc): controllate le case popolari, 70 persone identificate

I Carabinieri della Stazione di Samo hanno sottoposto a un’approfondita azione di verifica la situazione alloggiativa dell’edilizia residenziale pubblica

Carabinieri MessinaI Carabinieri della Stazione di Samo hanno sottoposto a un’approfondita azione di verifica la situazione alloggiativa dell’edilizia residenziale pubblica in quel Comune. I militari dell’Arma hanno controllato 52 alloggi popolari, in cui sono state identificate 70 persone, trovate all’interno degli appartamenti al momento dell’attività ispettiva. I nominativi di questi soggetti sono stati incrociati con gli elenchi forniti dal Comune e dall’Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale Pubblica (ATERP) di Reggio Calabria, al fine di riscontrarne la coincidenza. All’esito dell’ampio servizio, i Carabinieri hanno accertato che 15 alloggi sono legittimamente abitati e 21 non assegnati, mentre, per i restanti 16 sono in corso accertamenti finalizzati a verificarne la regolare occupazione da parte delle persone in esse controllate. Durante le ispezioni, i Carabinieri hanno deferito in stato di libertà per furto aggravato di energia elettrica un 74enne del luogo che, mediante un by-pass di fili successivamente sottoposto a sequestro, aveva abusivamente allacciato il contatore della propria abitazione di residenza con la linea elettrica dell’ENEL. Il risultato dei controlli è stato rassegnato all’ATERP di Reggio Calabria per i conseguenti provvedimenti di competenza.