Rodì Milici riscopre la sua bellezza: sforzo congiunto di Legambiente e Comune

La due giorni conclusa è un passo avanti verso lo sfruttamento delle proprie potenzialità

legambiente longanoLegambiente del Longano, di concerto con l’Amministrazione Comunale, apre le porte al territorio con Bellezza Italia Piccolagrandeitalia riuscendo nell’intento di far conoscere quei luoghi dai più sconosciuti. Sabato 23 e domenica 24 maggio le visite guidate a Rodi Milici lungo percorsi storici e naturalistici hanno permesso di valorizzare e fruire di un territorio dalle grosse potenzialità .Il Palazzo dei Cavalieri di Malta, La Cupola Rosata , le Tombe di Grassorella hanno accolto i numerosi turisti provenienti dai vari paesi della provincia. Numerose anche le associazioni giovanili provenienti dai paesi limitrofi che hanno accolto l’iniziativa “Bellezza Italia- voler bene all’Italia” mostrandosi disponibili per future manifestazioni.

La storia di Rodì e Milici ha interessato tutti dai grandi agli alunni della Scuola Primaria che orgogliosi hanno esposto e spiegato la mostra fotografica esposta all’antiquarium frutto del progetto scolastico “il mio paese Rodì Milici”. L’Amministrazione Comunale ha promesso di riqualificare il suo territorio e far rivivere le sue bellezze, ha iniziato a mantenere questa promessa e grazie alla collaborazione di Legambiente del Longano c’è riuscita, sono iniziati i lavori alla Cupola Rosata frutto della convenzione con Legambiente, che mai aveva registrato tante presenze. Legambiente del Longano e l’Amministrazione Comunale sono consapevoli che ancora tanto c’è da fare, ma l’impegno e la collaborazione di tutti è stato notevole e sicuramente la due giorni proposta ha gettato le basi per andare avanti con l’impegno di tutti. “Bisogna ripartire dalle risorse del territorio da quel patrimonio di conoscenze, competenze e bellezze che Rodì Milici ha da offrire” ha dichiarato Carmelo Ceraolo.