Roccalumera, un amore finito in tragedia: le autorità seguono la pista dell’omicidio-suicidio

Lui avrebbe sparato alla tempia di lei, per poi suicidarsi al suo fianco nella stessa vettura

carabinieri5Andrea Tringali e Stefania Ardì si erano lasciati da qualche mese dopo una storia un po’ travagliata. Le ultime settimane del loro rapporto erano state caratterizzate dai litigi, come spesso avviene quando una storia sta per concludersi. Lei era andata avanti, ritrovando forza e un nuovo fidanzato. Ma gli alterchi erano proseguiti, per questa ragione volevano chiarire e si erano dati appuntamento, nella giornata di ieri, in un parcheggio lontano dagli sguardi indiscreti. Sarebbe questa la pista che le autorità inquirenti starebbero battendo dopo il ritrovamento dei corpi dei due giovani nella contrada Piana del Comune di Roccalumera. Il ragazzo, particolarmente concitato, avrebbe estratto all’improvviso la pistola dalla tasca, freddando la sua ex compagna per poi suicidarsi nella stessa auto. L’uso del condizionale è obbligato, perché ancora le dinamiche non sono chiare e giustamente i familiari del ragazzo, chiedendo rispetto, hanno invitato i media ad attendere le ricostruzioni ufficiali offerte dalla magistratura. Le indicazioni tratte dalle forze dell’ordine giunte in loco lasciano però pochi margini ai dubbi: diversi passanti avrebbero raccontato di aver visto i due litigare animatamente. Bisognerà comunque attendere l’autopsia per sciogliere i dubbi del caso e capire se si è trattato effettivamente di un femminicidio-suicidio o se le piste battute sin qui sono state completamente fuorvianti.