Reggio: sciopero dei lavoratori nello storico supermercato Iracarni

Uno sciopero previsto per venerdì 8 maggio quello che è stato proclamato dai lavoratori del supermercato Iracarni

supermercato iracarniIracarni, la Filcams Cgil Reggio Calabria proclama lo sciopero dei lavoratori, ecco le motivazioni che hanno spinto i lavoratori del supermercato di Reggio Calabria a proclamare lo sciopero per venerdì 8 maggio: ”Incroceranno le braccia domani 08 maggio per l’intero turno i 35 lavoratori che da anni prestano servizio presso lo storico Supermercato Iracarni di via pio XI di Reggio Calabria. Prima della scadenza del contratto di solidarietà che ha permesso di salvare lo scorso anno 12 posti di lavoro, le OO.SS. si sono viste recapitare l’apertura di una procedura di licenziamento collettivo che oggi coinvolge 25 lavoratori in esubero. L’azienda si è presentata ai tavoli mostrando una contrarietà alle proposte avanzate dalla Filcams Cgil.  Secondo i rappresentanti dell’azienda infatti le proposte sindacali sarebbero insufficienti per modalità e durata a risollevare l’azienda dallo stato di crisi: secondo l’azienda unica alternativa ai licenziamenti è una riduzione per ogni lavoratore di circa il 50% dell’orario.

La Filcams CGIL ritiene inaccettabile l’atteggiamento della Iracarni Alimentari Srl che dichiara di non voler  valutare in primis gli ammortizzatori sociali dichiarandosi invece pronta ad assumersi il costo del licenziamento di 25 persone che ammonta tra TFR, ferie residue e ritardo accumulato per la mancata corresponsione delle ultime 4 mensilità a oltre mezzo milione di euro. Siamo ormai giunti all’epilogo della vertenza e domani, 08 maggio è previsto l’incontro presso l’Assessorato al Lavoro e Cooperazione della Regione Calabria – Dipartimento politiche del lavoro dove i lavoratori saranno presenti con un sit- in di protesta.

Ci si augura che domani  al tavolo di trattativa sia presente anche la proprietà nella persona della sig.ra Amadeo Maria Cristina che ha sempre fatto trapelare un grande attaccamento all’azienda di famiglia ma che  negli ultimi due incontri ha sempre disertato i tavoli di trattativa delegando i più distaccati consulenti aziendali. Come Filcams Cgil saremo sempre a fianco dei lavoratori e continueremo nella nostra battaglia al fine di evitare l’ennesima chiusura di un’attività commerciale storica per Reggio Calabria“.