Reggio: lo “sbarco dei Mille” giovani atleti CSI: un week end da sogno

Oltre cento squadre coinvolte nel calcio a 5 Under 12, Under 10 e la manifestazione sportiva “Gazzetta Cup”

arbitricsiUna settimana di Sport per i ragazzi: così il CSI Reggio Calabria “ha giocato” con oltre mille piccoli calciatori tra i 7 ed i 12 anni. Un grande momento di divertimento, ma anche di passione, per l’educazione e per il calcio. A suggellare il tutto, il grande evento della tappa provinciale della manifestazione nazionale “Gazzetta Cup”, il più grande torneo d’Italia per ragazzi realizzato da La Gazzetta dello Sport in collaborazione con il Centro Sportivo Italiano. Per rendere l’idea oltre 35.000 partecipanti, 3.000 squadre, 6.000 incontri ed un progetto in continua crescita; tutte le regioni della Penisola sono state tinte di “rosa”. E Reggio, non è stata da meno:  oltre cento squadre partecipanti e più di mille atleti hanno “invaso” il centro sportivo “Cittadella Armando Segato” al centro Città. Nove ore di sport e oltre 150 gare giocate. Sedici le squadre qualificate per la Finale Regionale che si svolgerà a Paola la prossima Domenica.  «Facciamo Sport e lo facciamo per i ragazzi – esordisce Paolo Cicciù, presidente del CSI provinciale – credo questo basti a spiegare il nostro impegno: viviamo una missione, non per primeggiare con gli altri in sterili confronti numerici, ma perché crediamo che lo Sport, solo lo Sport, possa unire e creare momenti di crescita collettiva. Poi se arrivano settimane come quella passata, in cui tecnica e numeri parlano chiaro, beh, allora ai venditori di fumo resta davvero poco a cui appigliarsi».  Il torneo non si è limitato alla sola promozione della pratica sportiva tra i più giovani, ma si è posto come obiettivo principale di sostenere il diritto al gioco, la sfida con se stessi prima che con gli avversari. «Si vuole promuovere un’iniziativa – spiega Giovanni Dascola, referente provinciale Calcio giovanile – dove la lealtà è fusa all’agonismo e dove il divertimento è la componente principale delle gare».  Ma non solo “Gazzetta Cap”, infatti, in settimana presso il Centro Sportivo “Mirabella” e il Centro Sportivo “Sporting Bocale”, si sono svolte le Final Eight Provinciali dei Campionati Nazionali Calcio a 5 Under 10 e Under 12.  A vincere lo Scudetto Provinciale sono stati, nel calcio a 5 Under 10, il Saline del Presidente Claudio Familiari. Seconda piazza per Viola Accademy. Terze Scuola Calcio Mirabella e Oratorio Bova. Alle finali ottima prestazione anche per la Scuola Calcio Bernardino Cordova, la Pgs Locride e la Polisportiva “Le Giare” di Melito. Nel campionato Under 12 calcio a 5 vittoria per la Viola Accademy di Mister Cassalia. Secondo posto per la Scuola Calcio Mirabella. Terze classificate la Scuola calcio F. Cozza e la Scuola calcio Bernardino Cordova. A comporre i giorni finali anche la Maestrelli Calcio a 5, l’Oratorio di Bova, la Pro Ludis e il Saline. Tantissimi genitori al seguito e Finali Regionali conquistate per le prime due classificate di ogni categoria. «Il settore giovanile del CSI – sottolinea Clementina Tripodi, direttore tecnico regionale – è un fiore all’occhiello per la qualità della nostra proposta sportiva; non parliamo solo di numeri e di dati che si traggono dai campi, che di per sé assumono un valore importante, ma per tutte quelle scelte collaterali, quali ad esempio il coinvolgimento delle famiglie, quest’anno ben 200, durante i nostri momenti formativi ed informativi». Lo Sport giovanile del CSI non finisce di certo qui. Grande attesa, infatti, per le Finali del progetto educativo “Sport & Go” . La manifestazione si terrà a Reggio Calabria il 30 e 31 Maggio. Numeri da record per il Comitato Provinciale CSI promotore di attività sempre più attenta alla sfera educativo- sportiva e formativa. L’attività sportiva continuativa e l’attenta formazione per i dirigenti sportivi, fanno del progetto giovanile CSI una delle più significative e complete  esperienze sportive in Calabria. A tal proposito ha spiegato il referente settore giovanile Giovanni Dascola come « a Reggio Calabria il progetto polisportivo nazionale “Sport & Go”  sviluppa l’attività sportiva che non mira a fabbricare tempi e misure, ma pensa primariamente ad educare i giovani, far stare bene la gente e costruire una società migliore». Nelle prossime settimane spazio anche per le categorie under 7 e under 8: il Centro Sportivo Italiano si conferma ente di promozione sportiva inclusivo per tutte le fasce di età e da reale possibilità a tutti di praticare attività motoria. «Tutto questo ovviamente non sarebbe stato possibile senza la grande forza della “squadra” CSI, un comitato animato dal vigore del volontariato. Grazie al “mio” vicepresidente factotum, Mimmo Aricò, al direttore tecnico, Paolo Simone, al designatore arbitrale Domenico Squillaci e tutta la classe dei “fischietti”, alla segreteria coordinata da Maria Sorrenti ed alla Giustizia Sportiva. La forza del CSI – conclude Cicciù – sta proprio nella convinzione che “insieme si vince” nello sport come nella vita ».