Reggio: il resoconto del convegno “Eccellenze italiane in Cina, un’opportunità per la Calabria”

A Palazzo Campanella di Reggio Calabria si è svolto il 15 maggio il convegno “Eccellenze italiane in Cina, un’opportunità per la Calabria”

lanterne cinesiVenerdi’ 15 maggio, con il patrocinio del consiglio regionale della Calabria, nella sala “ G. Levato” di Palazzo Campanella Reggio Calabria ha avuto luogo il convegno “Eccellenze italiane in Cina, un’opportunità per la Calabria” organizzato da associazione culturale Traiectoriae e Confimprese nordovest.
Lo scopo è  stato quello di presentare il progetto di realizzazione del parco eccellenze italiane in cina nato dalla collaborzione tra confimprese nordovest e la municipalità di hangzhou. Un progetto che pone in atto un interscambio culturale linguistico produttivo economico definito “ utile ed affascinante” dalla prof.ssa Gisella Murgia in rappresentanza dell’università per stranieri “D.Alighieri” e concordemente considerato fortemente positivo per il territorio calabrese dai rappresentanti istituzionali presenti : on. N. Irto, ass. Provinciale e. Lamberti castronuovo, ass. Comunale g. Marino, cons. Provinciale pp. Zavettieri che sono entrati nel merito offrendo contributi propositivi.
Proprio nel mentre il mondo produttivo calabrese è alla ricerca di soluzioni per far crescere l’export all’estero, il parco eccellenze italiane di Hangzhou presenta nella sua realtà e concretezza la sua piattaforma stabile per la collaborazione e la comunicazione tra i due partner italia e cina.
Il parco è collocato all’interno del territorio della città di Hangzhou, che vanta oltre 4700 anni di storia, Marco Polo la definì Iil paradiso in terra”. Per la sua posizione centrale nel delta dello yangtze, rappresenta un importante snodo commerciale ed una rinomata destinazione turistica del sud-est della Cina.
Come illustrato dal responsabile italiano del progetto dott. Carmine Gelli, e ribadito dal dott. G. Gatto responsabile del progetto per la Calabria, si offre ad aziende affermate ma anche a giovani che hanno spirito di iniziativa e vogliano intraprendere, la possibilità reale di affermazione delle proprie realizzazioni nell’area mondiale di massimo sviluppo economico. Arte, creatività, musica, eleganza, raffinatezza, gusto e sapori sono segni distintivi dell’italia nel mondo che stanno alla base del brand italia e la cina ama il made in italy forse quanto nessun altro al mondo.
Da quanto rappresentato, il parco sara’ una vera e propria enclave italiana in cina e potra’ soddisfare la richiesta di qualita’ e l’attrazione che il made in italy esercita sui cinesi. Una sfida resa possibile anche dal fatto che la municipalita’ di hangzhou e quindi il governo cinese favorisce gli investimenti con agevolazioni altrove impensabili. Per l’italia e in particolare la calabria strette nella morsa della crisi, si tratta di trasformare la crisi in opportunita’, di cogliere il momento e la proposta perche’, come detto in sede d’incontro e da m. Bellocchio profetizzato, la cina e’ vicina.