Reggio: Raffa difende l’impegno della Provincia verso i diritti degli alunni con disabilità

Una lettera da Raffa a Adda per chiarire l’impegno della provincia di Reggio Calabria verso i diritti degli alunni con disabilità

disabili7Il Presidente della Provincia Giuseppe Raffa scrive una lettera aperta al Presidente Adda, in riferimento ai diritti degli alunni con disabilità.

“Gentile Presidente, in riferimento alla nota nella quale preannuncia azioni a difesa dei diritti degli alunni con disabilità, mi preme sottolineare che la Provincia di Reggio Calabria ha da sempre prestato massima attenzione e sensibilità per assicurare il diritto allo studio degli alunni diversamente abili. In particolare, tramite il settore istruzione, l’Amministrazione che presiedo assegna annualmente le somme necessarie a garantire l’assistenza specialistica, l’acquisto di attrezzature e le facilitazioni di viaggio con criteri e parametri consolidati nel tempo e secondo modalità che garantiscono l’equa distribuzione delle risorse sia proprie che di provenienza regionale. Il settore istruzione ha provveduto, in riferimento al prossimo anno scolastico, a diramare una circolare ai Comuni, integrando e modificando la modulistica, ed ha già acquisito, nel rispetto dei termini previsti dalla normativa regionale, i piani comunali per il diritto allo studio che permetteranno la redazione, dopo le opportune e necessarie istruttorie, del Piano Provinciale del Diritto allo Studio Anno scolastico 2015/2016. A seguito di un quesito posto da questo Ente in ordine alla competenza relativa al Piano per il Diritto allo Studio 2015/2016, il Dipartimento Turismo Beni Culturali Istruzione e Cultura della Regione Calabria ha comunicato che “finché non verranno emanate nuove disposizioni normative la Provincia dovrà continuare a svolgere le funzioni a suo tempo delegate”. Ciò dimostra la correttezza dell’iter seguito dalla Provincia e avvalora e rafforza l’impegno dell’Ente nei confronti degli studenti con disabilità e delle loro famiglie. Colgo l’occasione per porgere cordiali saluti”.