Reggio: a quando la riapertura del palazzetto dello sport di Lazzaro? [FOTO]

Riapertura del palazzetto dello sport di Lazzaro, “speriamo che non rimanga solo un sogno”

DSC06818 (Medium)Il referente unico dell’ANCADIC Onlus e responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto” rende nota l’intenzione di riapertura del palazzetto dello sport di Lazzaro. Una realtà che si spera si concretizzi al più presto.

Dopo un anno il palazzetto dello sport di Lazzaro è ancora chiuso, né si intravedono lavori per la messa a norma.  Si è parlato di un provvedimento temporaneo e recentemente l’Amministrazione comunale ha fatto sapere attraverso gli Organi di informazione che a breve sarebbe seguita la riapertura. Ma il tempo passa inesorabilmente e la riapertura appare lontana, molto lontana, anche in considerazione che si è venuti a conoscenza che dopo la chiusura dell’impianto il direttore dei Lavori avrebbe certificato che tutto era in regola. Allora non si comprende come sia possibile che dopo un anno il tecnico collaudatore, al quale nel riconoscere serietà ed alta professionalità rinnoviamo la nostra stima e fiducia e lo sproniamo a non mollare, non abbia provveduto a effettuare il collaudo, a seguito del quale deve seguire la certificazione di agibilità da parte dell’Ufficio Tecnico comunale. I conti non tornano e la procedura potrebbe presentarsi più complessa qualora fossero state imposte delle prescrizioni da parte del collaudatore. La lungaggine dei tempi non mi sorprende più di tanto. Quello che invece mi stupisce è il disinteresse di tutti, specialmente dei dirigenti delle società sportive che al momento della chiusura hanno sollevato numerose lamentele manifestando, senza tener conto della gravità della situazione ipotizzata, i gravi disagi che tale provvedimento avrebbe comportato. Disagi che evidentemente non erano poi così pesanti visto il successivo silenzio serbato. Sono stato attaccato da tutte le parti con pesanti riferimenti alla famiglia sul web e mentre si dissentiva l’azione precipitosa e isolata presa dallo scrivente, senza chiedersi come stavano effettivamente le cose, si ringraziava l’Amministrazione comunale per aver concesso a tanti giovani del nostro paese la possibilità di praticare sport a vari livelli nelle varie discipline, favorendo i vari principi della convivenza civile e l’aggregazione sociale della nostra comunità. Emergeva da più parti l’idea che si poteva, prima di fare una segnalazione scritta, intavolare una discussione con gli Enti preposti, le Associazioni sportive, i cittadini, etc.. Questo Comitato prima di effettuare la segnalazione agli Organi competenti concernente il grave potenziale pericolo in atto aveva già  in data 7 novembre 2013   invitato il Sindaco (sola figura istituzionale cui ci si doveva rivolgere) a provvedere al collaudo dell’impianto. Ma le Società ad oggi che iniziative hanno preso per stimolare gli interventi di messa in sicurezza e riapertura dell’impianto?. Non si è sentito il bisogno di fare chiarezza sulla vicenda e chiedere cosa impedisce la messa in sicurezza della struttura? e se qualche richiesta è stata inoltrata alla Amministrazione comunale quale risposta ha fatto seguito? Va ricordato che non si tratta soltanto dell’importante Palazzetto dello sport, ma anche del centro polivalente scoperto che a seguito dell’intervento del tecnico collaudatore della FIGC è stato chiuso. In conclusione quest’associazione approfondirà quanto venuto a conoscenza e interesserà l’Organo competente, sempre nell’interesse della salute e incolumità pubblica”.