Reggio: processo “Faida dei boschi”, chiesti 5 ergastoli

Durissime le richieste dei pubblici ministeri nell’ambito del processo “Faida dei boschi”: 5 condanne all’ergastolo ed un altro secolo di reclusione

processoSono state durissime le richieste dei pubblici ministeri del processo “Faida dei boschi”: 5 condanne all’ergastolo ed un altro secolo di reclusione. Come riporta la Gazzetta del Sud, gli 11 imputati rispondono a vario titolo dei reati di omicidio, tentato omicidio, associazione per delinquere di stampo mafioso. Ricordiamo che il processo, che si è aperto nell’ottobre 2013 dinanzi alla Corte d’assise di Locri, è stato istruito dai magistrati della Dda reggina.

Le richieste di condanna:

Antonino Belnome, 14 anni, Vincenzo Gallace, ergastolo, Antonio Leuzzi, 12 anni, Cosimo Giuseppe Leuzzi, ergastolo, Salvatore Papaleo, 25 anni, Andrea Sotira, ergastolo, Cosimo Spatari, ergastolo, Luca Spatari, 13 anni, Roberto Umbaca, 25 anni; Agostino Vallelonga, ergastolo, Bruno Vallelonga, 12 anni