Reggio, processo “Faida dei Boschi”: “Belnome è un collaboratore credibile”

L’avvocato di Belnome è chiaro: “è un collaboratore credibile, le cui dichiarazioni sono state fondamentali per scardinare le regole”

processoNuovo atto processo del processo “Faida dei Boschi”. L’avvocato dell’imputato Belnome, il quale ha raccontato gli “intrighi” della vicenda ha chiesto “la condanna al minimo della pena con l’applicazione delle attenuanti previste dalle legge per chi collabora”. E continua: “è un collaboratore credibile, le cui dichiarazioni sono state fondamentali per scardinare le regole”. Per Belnome, come riporta la Gazzetta del Sud, la procura ha chiesto la condanna a 14 anni e 6 mesi di reclusione, ritenendolo credibile nel suo racconto.