Reggio, prima categoria: Pro Pellaro-Ravagnese 4–0

IMG_9829 copiaQuesta volta non c’è ricorso che tenga la Pro Pellaro con una prova maiuscola fa diventare piccolo il Ravagnese ed accede così al campionato di prima categoria. E’ giusto così visto che la compagine di Sergi per buona parte del torneo è stata in cima da sola in classifica per poi vedersi relegata alla seconda posizione a causa di un ricorsoi presentato e vinto dagli sconfitti di oggi. Parte subito in quarta la squadra di casa che trova la rete dopo una manciata di minuti grazie ad un perfetto pallonetto del solito Ricciardi. La reazione degli ospiti stenta ad arrivare perché sono i sempre i locali a tenere il pallino del gioco infastidendo a volte la propria tifoseria considerate le tante palle gol sciupate. Il raddoppio arriva a pochi minuti dalla fine del primo tempo con Spanò bravo a ribattere in rete in mischia un pallone vacante in area di rigore. Per la squadra di Errigo da segnalare solo un contatto in area di rigore a conclusione del primo tempo che, forse, poteva essere sanzionato con un toro dagli 11 metri. Nemmeno il tempo di battere l’inizio della seconda parte di giuoco che arriva la terza marcatura con Spanò su ripartenza. Saltano i nervi alla compagine ospite e a farne le spese è il giovanissimo Falcomatà beccato dal direttore di gara ad applaudire in maniera ironica lo stesso dopo aver ricevuto un secondo prima il cartellino giallo. Ad onore del vero da parte del Ravagnese i tanti tifosi al seguito si sarebbero aspettato qualcosa in più sia dal punto di vista tecnico e sia dal punto di vista della determinazione. Se questo non è successo il merito è da attribuire esclusivamente a Ricciardi e compagni bravi ad interpretare nella maniera giusta la gara dell’anno. Adesso per i Fratelli Domenico e Pasquale Sergi il compito di riportare in tempi brevi la Pro Pellaro nel massimo campionato regionale allora griffato dal padre Nino Sergi.

Marcatori: Marcatore: 8′ pt Ricciardi, 36′ pt e 1′ st Spanò, 39′ st Dar.Fiumanò.

Pellaro:  Nicolò 7,  Alampi A 7,   Alampi C 7 ,  Attinà 7,  Colo 7,  Fiumanò Danilo 7, ( Vincio al 80)  , Fallanca 7, Fiumanò Dario 7,5,  Putortì  7( Polito al  65) , Ricciardi 7,5 Spanò 7,5 (  Marra al 70) .  Allenatore: Greco 8.

Ravagnese Gbi:  Fortugno 6,  Siclari 6 , Zavettieri 6 ( Alati al 60) ,  Gotta 6, Celibato 6,  Pellicanò 6,  Lombardo 6,  Marino 6 ( Verduci all’88) ,  Ioculano 6,  Fascì  6 ( Sapone al 60) ,   Falcomatà 4.   Allenatore: Errigo 6

Arbitro: Pungitore di Vibo

Note: Spettatori 300 circa. Espulso Falcomatà ( Ravagnese al 48) per doppia ammonizione