Reggio: presentazione del libro di Caterina Marra, “La sacra effigie della Madonna della Consolazione-Tra cultura ed arte”

Il reconto della presentazione del libro di Beatrice Marra “La sacra effigie della Madonna della Consolazione – Tra cultura ed arte”

libriSabato 16 Maggio, presso la Villetta De Nava, adiacente la Biblioteca Comunale, si è tenuta la presentazione del volume di Caterina Marra “La sacra effigie della Madonna della Consolazione – Tra cultura ed arte”, per i tipi della Kaleidon Editrice.

L’iniziativa, svoltasi nell’ambito della manifestazione LibeReghion –  Il Maggio dei Libri a Reggio Calabria, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Reggio Calabria e dalla Biblioteca Comunale Pietro de Nava, è avvenuta grazie alla collaborazione della Sezione di Reggio Calabria di Italia Nostra. Ed è stata proprio la Presidente del sodalizio, Prof.ssa Angela Martino, ad introdurre i lavori, davanti ad un numeroso pubblico che ha affollato la sala delle conferenze.

Dopo i saluti, la parola è passata al professor Filippo Arillotta, Direttore Editoriale della Casa Editrice Kaleidon, che ha sottolineato l’importanza, per una editrice calabrese, di accompagnare gli autori della nostra Regione nel loro percorso volto ad aumentare la conoscenza dei nostri beni più preziosi, spesso poco conosciuti e perciò a rischio di distruzione. E il compito degli operatori culturali è di diffondere la consapevolezza della propria storia e del proprio territorio.

Subito dopo ha preso la parola il Professor Daniele Castrizio, dell’Università di Messina, che prima di entrare nel merito del volume presentato, ha voluto soffermarsi sulla necessità per i cittadini di Reggio Calabria di conoscere meglio la propria storia, privi dei pregiudizi che spesso gravano fortemente sulla nostra capacità di amare consapevolmente la nostra città. Andando poi nel merito del volume, ha sottolineato l’impegno scientifico dell’Autrice che è stata capace di seguire un percorso rigoroso senza lasciarsi suggestionare da facili conclusioni, prive però di valenza scientifica, lasciando doverosamente aperti i punti dubbi. Infine ha preso la parola l’Autrice, prof.ssa Caterina Marra, appassionata cultrice di iconografia bizantina, che ha voluto ripercorrere il suo lavoro fin dall’idea originaria, nata mescolando il suo interesse culturale con la devozione per la nostra venerata Protettrice.

Il percorso si è snodato attraverso immagini, confronti, piste lungo le via della Grecia, di Creta, di Venezia, di Reggio Emilia, cercando confronti che potessero dare risposte alle molteplici domande che scaturiscono dalla attenta osservazione del quadro. In conclusione la professoressa Martino ha ringraziato il numeroso ed interessato pubblico accorso, la dottoressa Maria Pia Mazzitelli che ha curato l’organizzazione del ciclo di conferenze, i relatori e l’Autrice, per  avere offerto una opportunità di approfondimento per la conoscenza della storia reggina.