Reggio: la Polizia illustra ai bambini dell’asilo “Mons. Montalbetti” come difendersi dai malintenzionati

Il poliziotto come “Amico dei bambini” è stato il tema centrale intorno al quale hanno ruotato le modalità educative di tipo ludico ricreativo

01Di età compresa tra i due e i cinque anni, sono stati i protagonisti dell’incontro che stamattina ha impegnato la Polizia di Stato di Reggio Calabria presso la scuola materna “Monsignor Montalbetti” di Pellaro (RC) organizzato, nell’ambito del programma voluto dal Questore di Reggio Calabria con l’obiettivo di promuovere, anche nei più piccoli, lo sviluppo di una cultura del rispetto, della valorizzazione delle diversità e della legalità. Il poliziotto come “Amico dei bambini” è stato il tema centrale intorno al quale hanno ruotato le modalità educative di tipo ludico ricreativo per consentire ai piccoli utenti di acquisire informazioni e imparare comportamenti corretti ma anche di divertirsi ad entrare in contatto con le Istituzioni in maniera spontanea e spensierata. Un’allegra marcia sulle note della Giocondità prima di visionare la “Pantera” delle Volanti con i suoi lampeggianti e la sirena, per intonare, infine, tutti in coro l’Inno di Mameli: sono stati, questi, soltanto alcuni dei momenti che hanno suscitato l’entusiasmo dei piccini sempre affiancati dalle loro Maestre. I bambini delle ultime classi, infine, sono stati intrattenuti con la proiezione di cartoni animati della Polizia di Stato che rispecchiano alcune delle problematiche maggiormente dibattute in tema di minori come l’importanza di diffidare dagli sconosciuti e consigli utili nel caso in cui si trovassero in difficoltà lontani dai genitori o dagli insegnanti.