Reggio, nuova società in house per la gestione dei servizi pubblici: “garantito il lavoro agli ex Multiservizi”

Il Governo ha dato il via libera per la costituzione della società in house per la gestione dei servizi pubblici essenziali della nostra città e per garantire lavoro agli ex Multiservizi

falcomatàReggio potrà finalmente tornare alla normalità che auspichiamo da tempo; eravamo certi che le nostre trasferte romane avrebbero dato i frutti sperati per la nostra città e per i cittadini che meritano di vivere in una città che offra e garantisca i servizi essenziali“, queste le parole del Sindaco Giuseppe Falcomatà che dopo l’incontro di mercoledì a Roma, ha espresso grande soddisfazione, gioia ed emozione per il risultato ottenuto e sperato. Il Governo, infatti, ha dato il via libera per la costituzione della società in house per la gestione dei servizi pubblici essenziali della nostra città e per garantire lavoro agli ex Multiservizi. Il Sindaco, durante gli incontri delle scorse settimane presso l’Anci, aveva espressamente chiesto lo sblocco delle limitazioni sul personale imposte dall’art.27 del d.l. 66 del 2014: il comune di Reggio Calabria non poteva assumere nuovo personale in quanto non in regola con i termini di pagamento nei confronti dei soggetti creditori. Inoltre, Falcomatà, ha chiesto anche la rinegoziazione sui tassi dei mutui ed un’ulteriore proroga per l’approvazione del bilancio di previsione, che è stato accettato e la scadenza fissata per il 30 luglio. “Le nostre richieste sono state tutte ascoltate a dimostrazione che i nostri viaggi non sono stati vani,- ha proseguito il primo cittadino- il pressing politico è servito a farci sentire nei tavoli romani, riacquistando credibilità agli occhi della politica dopo il periodo buio che Reggio ed i suoi cittadini hanno subito”. “Questa Amministrazione continuerà a lavorare a testa bassa sui problemi e a testa alta per le strade della città, accanto ai cittadini, nella consapevolezza che una “nuova primavera” per Reggio è possibile ma la strada è ancora lunga”, ha concluso il sindaco Giuseppe Falcomatà. Il testo del Decreto Enti Locali verrà approvato nel prossimo Consiglio dei Ministri.