Reggio, “Hobbisti in Erba”: esposizione artigianale alla Villa Comunale “Umberto I”

Si è conclusa con un considerevole successo di pubblico, la manifestazione “Hobbisti in erba” organizzata, all’interno della Villa Comunale “Umberto I”

foto di gruppo 17maggio2015Si è conclusa con un considerevole successo di pubblico, la manifestazione “Hobbisti in erba” organizzata, all’interno della Villa Comunale “Umberto I”, dalla CIDEC che ha messo in mostra il sapiente lavoro artigianale di diverse decine di reggini che, per hobby,creano deliziosi e pregiatissimi manufatti artigianali. In graziosi banchetti sistemati all’ingresso dell’orto botanico, centinaia di articoli sono stati esposti agli occhi ammirati dei visitatori; oggetti sapientemente intagliati nel legno, raffinate opere d’arte interamente ricamate a mano, minuziose e pregiate creazioni di oggettistica realizzate con tecniche antiche e tanto altro ancora è stato esposto tra i viali, altrettanto suggestivi ed affascinanti, della Villa Comunale “Umberto I” di Reggio Calabria oggi definitivamente restituita al suo originario folgore. L’evento, che si preannuncia essere il primo di una lunga serie di appuntamenti inseriti in un contesto ben più ampio che è la riqualificazione del polmone verde della nostra Città, spiega la responsabile al turismo della confederazione CIDEC, Stefania Romeo, nasce, di concerto con gli intenti dell’amministrazione comunale, con l’obiettivo di permettere alle famiglie la fruibilità degli spazi verdi cittadini; luoghi pubblici per un lungo periodo abbandonati a se stessi e finalmente rivalutati dalla dirigente al verde pubblico, Carmela Stracuzza, anche grazie all’ausilio dei volontari del Gruppo Comunale. Molte autorità politiche hanno presenziato all’evento fornendo il loro sostegno e apprezzamento a manifestazioni che, come commenta il vice sindaco, Saverio Anghelone, mirano, nella loro semplicità, a mostrare il lato bello e creativo di una Città che, seppur ferita, si impegna al massimo per risollevarsi e per far ciò, non si abbandona al vittimismo ma anzi impegna le proprie forze con la volontà e le capacità intrinseche in ogni reggino. Manifestazioni come questa, rappresentano un fulgido e sano esempio di cooperazione produttiva tra diverse realtà attivamente impegnate sul territorio quali possono essere, come i questo caso, le collaborazioni tra associazioni e gruppi di artisti, afferma l’Assessore all’ambiente Antonino Zimbalatti, che si è complimentato personalmente con ciascun espositore facendo infine un plauso per il mirabile impegno di questi artisti-artigiani che con il loro spirito di sacrificio dimostrano di volere bene alla Città. Un merito, ricorda il vicesindaco Anghelone, va riconosciuto anche ai volontari del Gruppo Comunale che, in modo gratuito, hanno adottato il nostro prezioso giardino della biodiversità cercando di farlo rifiorire ai fasti di un tempo impegnando il loro tempo libero per mero amore verso la città e quindi senza dispendio economico sulle fragili casse comunali. Un’interessante manifestazione come questa va riproposta, ampliandola a tutti gli hobbisti della Città, questo è l’invito dell’Assessore alle attività produttive Mattia Neto che, nel contesto, invita chi interessato ad esporre le proprie creazioni, a proporsi per l’immagine della Città. Incrementando così la manifestazione aggiungendo più postazioni per coloro che vogliono mettere in mostra le proprie opere artistiche. L’evento punta a divenire un incontro “fisso” e quindi verrà riproposto anche con l’aggiunta di eventi di intrattenimento ed animazione promettono gli organizzatori”.