Reggio: “esempio” di carenza idrica in Calabria

Reggio Calabria si trova a dover fare i conti con una vera e propria emergenza idrica: tanti i disagi ed i rischi sia per le persone, che per l’ambiente

carenza-dacquaLo trasmette La Gazzetta del Sud: Reggio si caratterizza in tutta la Calabria per la carenza idrica. Non per niente, la Sorical ha diviso in due categorie gli impianti calabresi: quelli delle zone montane, che possono contare su una certa regolarità nella distribuzione dell’acqua potabile, e quelli dei centri urbani più grandi, in pianura e vicino alla costa, dove è vera e propria emergenza (Reggio rientra in pieno in questa seconda categoria).

Ma non basta la carenza idrica, che sempre più sta interessando soprattutto alcuni quartieri di Reggio Calabria; a peggiorare la situazione è anche l’elevato rischio esistente sia per le persone che per l’ambiente, considerata, si legge sempre su La Gazzetta, “l’eccessiva presenza di cloruri per l’approvvigionamento costiero dei pozzi di Reggio Calabria”.

La grave situazione economica in cui versa la Sorical ha frenato, anche in passato, qualsivoglia iniziativa tesa a migliorare la situazione. Una cosa è però certa: esiste una gara gestita dalla Regione Calabria di circa dieci milioni di euro per l’ingegnerizzazione delle reti idriche in tutto il territorio comunale.