Reggio: dopo le dichiarazioni di Nuccio Azzarà sull’ospedale, la replica del Movimento Indignati

Il movimento Indignati prega il sindacalista Nuccio Azzarà di rendere più chiare le dichiarazioni fatte presso l’Asp di Reggio Calabria

movimento-reggini-indignatiUfficio di Presidenza del Movimento Indignati nella persona di Minca Attilio parla delle dichiarazioni del sindacalista Nuccio Azzarà presso l’ASP di Reggio Calabria.

“Siamo rimasti stupiti e,allo stesso tempo ,molto interessati dalle dichiarazioni del sig. Azzarà Nuccio sindacalista veterano della UIL presso l’ASP di Reggio Calabria. Il sig.Azzarà in una comunicazione a mezzo stampa afferma che all’interno degli ospedali reggini il malaffare, la collusione con la politica, con la massoneria e con la ‘ndrangheta sia cosa ordinaria. Ora che ci si ricordi delle varie collusioni solo dopo vent’anni, sembra un po’ strano, quantomeno poco tempestivo… Ma essendo sicuri della buona fede e della combattività del sindacalista crediamo che per portare a termine la denuncia, renderla attiva e concreta bisogna passare un attimo dalla procura (fare nomi e cognomi) e prendersi le proprie responsabilità . Il problema è che le dichiarazioni di un sindacalista (pluridecennale) che si ricorda solo dopo tanto tempo dei problemi che affliggono l’ASP reggina in concomitanza (…) con l’insediamento della nuova dirigenza sembra strano. In ogni caso invitiamo il sig. Azzarà a ripetere le stesse dichiarazioni dinanzi al procuratore De Raho, aggiungendo nomi e cognomi.”