Reggio: donate le bandiere al Museo Archeologico di Monasterace

Gli ‘Amici del Museo’ di Reggio hanno realizzato la visita al museo archeologico di Monasterace, recentemente aperto al pubblico. Nella circostanza, l’Associazione ha voluto donare, alla nuova istituzione, le bandiere ufficiali da esporre all’esterno dell’edificio museale

DIGITAL CAMERA

Giorno 24 maggio, gli ‘Amici del Museo’ di Reggio Calabria hanno realizzato la programmata visita al museo archeologico di Monasterace, recentemente aperto al pubblico. Nella circostanza, l’Associazione, presieduta dal prof. avv. Vincenzo Panuccio, ha voluto donare, alla nuova istituzione, le bandiere ufficiali da esporre all’esterno dell’edificio museale: il tricolore italiano e la bandiera europea. Nel corso di una cerimonia semplice ma che ha assunto un particolare significato per la coincidenza con la celebrazione del centenario della Prima Guerra Mondiale, il vicepresidente dell’Associazione, dr. Fulvio Rizzo, ha consegnato all’arch. Enzo Ammendolìa, della Soprintendenza Archeologica, i due vessilli, accompagnando il gesto ufficiale con opportune considerazioni sul valore simbolico dell’iniziativa presa dall’Associazione. Madrine di eccezione: le socie d.ssa Francesca Crea e d.ssa Rosa Zimbalatti, nonché la d.ssa Irene Tripodi, Presidente della Fidapa Reggio Morgana, che, con un folto gruppo di aderenti, era anch’essa in visita al Museo. Ha presenziato il sindaco di Monasterace, dr. Cesare de Leo, con alcuni suoi assessori. Al termine, è iniziata la visita al materiale archeologico esposto. Con la guida della dr.ssa Roberta Schenal, curatrice dell’apparato testuale, i soci hanno potuto ammirare i tantissimi reperti, che testimoniano la ricchezza e l’importanza storica del sito dell’antica Kaulon. Il gruppo, che in precedenza aveva visitato la splendida Villa Caristo di Stignano, si è quindi portato a Caulonia vetere, dove, nel corso di un particolareggiato tour per la città, il dr. Ilario Camerieri ha illustrato le realtà architettoniche e storiche più significative dell’antico centro abitato.