Reggio: differenziata porta a porta per le attività commerciali, la richiesta della Confcommercio

La Confcommercio di Reggio Calabria richiede la reintroduzione della differenziata porta a porta per le attività commerciali

Raccolta differenziata 3Anche per gli esercizi pubblici è scattato l’obbligo della raccolta differenziata. Con il supporto dell’Avr sono stati distribuiti gratuitamente quattro appositi contenitori: uno per l’umido, uno per l’indifferenziata, il terzo per la plastica e un altro per il vetro. E anche per bar, pizzerie e ristoranti, è stata introdotta la raccolta con le conseguenti sanzioni per chi non rispetterà le regole. I controlli non mancano ed è proprio per questo motivo che alcuni commercianti lamentano il mancato ritiro giornaliero della differenziata. Ritiro che fino a quindici giorni fa veniva fatto e che continua solo nella zona Nord e Sud della città (Gallina, Pellaro, Ravagnese, Archi, Gallico, Catona). 

Un servizio che Confcommercio Reggio Calabria chiede venga reintrodotto. Da due settimane, essendo stati sostituiti i vecchi cassonetti con i nuovi, dovrebbero essere gli stessi commercianti o dipendenti a svuotare, a fine giornata, i contenitori negli appositi cassonetti ma spesso diventa difficile soprattutto per bar o ristoranti che dopo una giornata di lavoro hanno un accumulato un gran quantitativo di differenziata.