Reggio, “Primo Convegno: l’uomo nell’era tecnologica, come si starà domani dobbiamo deciderlo oggi…”

Al Palazzo della Provincia di Reggio Calabria il Primo Convegno sull’uomo nell’era tecnologica

Si terrà giovedì 21 maggio 2015 alle 16.30 presso la Sala Convegni del Palazzo della Provincia l’incontro “Primo Convegno: l’uomo nell’era tecnologica, come si starà domani, dobbiamo deciderlo oggi….”. Organizzato dalla Domus Pharm Italia con il patrocinio del Comune e della Provincia di Reggio Calabria, dell’Ordine dei Medici di Reggio Calabria e dell’Ordine degli Ingegneri di Reggio Calabria. Tra i relatori il dott. Carmelo Pecora – neurochirurgo c/o la Sezione di Chirurgia Vertebro-Midollare della Casa di Cura Villa Salus, Messina e Direttore Medico della Domus Pharm Italia – al quale abbiamo posto alcune domande.

Perché “Primo Convegno”: ne seguiranno altri?

“Si. Questo è il primo organizzato nella città di Reggio Calabria e fa parte di una serie di iniziative che coinvolgeranno anche le scuole oltre ad altri enti pubblici”.

Di cosa si occupa la Domus Pharm Italia?

“La Domus Pharm Italia è la divisione medica della Domus Line Italia. Si occupa di sistemi di riposo per pazienti affetti da malattie della colonna vertebrale, di apparecchiature per magnetoterapia domiciliare e di sistemi di protezione dall’ inquinamento elettromagnetico. Il mio compito, come direttore medico Domus Pharm Italia, è trovare soluzioni adatte ai pazienti che si rivolgono a noi; svolgere attività di ricerca nei settori di cui ci occupiamo e organizzare eventi per sensibilizzare la popolazione su tematiche quali i danni alla salute da vita sedentaria, postura errata e malattie vertebrali non adeguatamente trattate, vantaggi e limiti della magnetoterapia, danni da inquinamento elettromagnetico (principalmente da fonte emittente domestica)”.

Quanto è importante la prevenzione?

“E’ fondamentale: deve diventare un caposaldo della attività giornaliera di tutti”.

La scuola può avere un ruolo?

“La scuola deve fornire le prime informazioni sull’elettromagnetismo affinché ogni ragazzo possa organizzarsi per utilizzare al meglio le tante apparecchiature ad alta tecnologia oggi presenti in tutte le abitazioni”.