Reggio, consegnati i lavori di messa in sicurezza del litorale di Villa San Giovanni: “interventi di protezione e valorizzazione” [FOTO&VIDEO]

Stamane, presso il Palazzo della Provincia di Reggio Calabria, sono stati consegnati i lavori di messa in sicurezza del litorale di Villa San Giovanni. Tanti gli interventi previsti in materia di difesa del suolo e della costiera nel territorio provinciale di Reggio Calabria

consegna lavori villa san giovanni1In porto tutta una serie di interventi,  finanziati con i fondi POR Calabria FESR 2007/2013, che “toccano” la costa che va da Melito Porto Salvo a Villa San Giovanni, quella più danneggiata dai recenti fenomeni erosivi.

Questa mattina, presso il Palazzo della Provincia di Reggio Calabria, si è tenuto un apposito incontro durante cui si è resa nota la programmazione dei suddetti interventi; ha avuto luogo, inoltre, l’atto ufficiale di consegna di due particolari interventi, tra cui quello di 2 milioni di euro, che riguarda tutta l’area della Costa Viola, a cavallo tra i comuni di Scilla e Bagnara, incluso il ripristino dell’officiosità idraulica della fiumara Favazzina e dei fossi contermini, interamente finanziato con fondi POR (inizio lavori 11/05/2015, fine lavori aprile 2016).

“Si interverrà anche nella zona di Porticello – ha dichiarato alla stampa Giovanni Verduci, vicepresidente della Provincia e assessore con delega alla Difesa del suolo e salvaguardia delle coste - completando quello che era stato già messo in campo l’anno scorso per 1 milione e 800 mila euro: quest’anno sono stati stanziati 400 mila euro (inizio lavori 11/05/2015, fine lavori giugno 2015)”.

Tutti gli interventi, si deve specificare, sono stati programmati ed effettuati sempre sotto la consulenza scientifica dell’Università, e vanno a dare una risposta a tutte quelle segnalazioni arrivata dal Comune e dai privati, che come ha detto anche Verduci “si sentono minacciati le abitazioni, le infrastrutture viarie, le fognature”.

consegna lavori villa san giovanni5Dopo apposite richieste e sopralluoghi, infatti, si sta incominciando a muoversi su una somma recuperata da parte della Regione Calabria con i fondi POR, di 5.250 milioni, “assegnati alla provincia di Reggio – afferma sempre Giovanni Verduciper far fronte alle emergenze più immediate che sono quelle derivanti dalle mareggiate degli scorsi gennaio e febbraio. I lavori – prosegue il vicepresidente della Provincia – devono essere obbligatoriamente rendicontati e realizzati entro il 31 ottobre 2015 trattandosi di fondi POR. È evidente che già l’ufficio competente, con l’architetto Mezzatesta, sta già predisponendo tutta una serie di schede che vanno a concretizzare poi quello che deve essere l’avviso di gara aperta. Noi contiamo che già entro la metà di giugno possano essere consegnati i lavori”.

“Si tratta di interventi – ha aggiunto il presidente della Provincia, Giuseppe Raffanon solo di protezione, ma anche di valorizzazione dei siti, su cui ci stiamo muovendo per far fronte alle tante richieste degli stessi abitanti di quei luoghi”.

Le opere di cui si sta parlando sono state consegnate sotto riserva di legge, proprio per accelerare i tempi, la cui fase conclusiva, almeno a detta del Consigliere provinciale Francesco Morabito, è stata prevista entro 120 giorni dall’avvio dei lavori.

Diverse le somme stanziate, dunque, per il settore della salvaguardia delle coste: 200.000,00 euro per gli interventi di difesa costiera a salvaguardia delle infrastrutture ed abitazioni esistenti lungo un tratto di litorale in prossimità del torrente “Oliveto”, nel comune di Motta San Giovanni; altri 200.000,00 euro per il tratto di litorale nel comune di Melito Porto Salvo; altrettanti per il tratto di litorale in località Bocale, nel comune di Reggio Calabria; ancora 200.000, 00 euro per il tratto di litorale in località Pellaro, nel comune di Reggio Calabria; stessa somma investita per il tratto in località Pentimele e per il tratto di litorale in località Riace (RC), nonché per gli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico nel comune di Canolo.

A presenziare all’incontro di stamane, oltre all’architetto Mezzatesta e ai rappresentanti delle ditte aggiudicatrici i lavori consegnati in data odierna, anche il vicesindaco di Villa San Giovanni, Antonio Messina, il quale ha sottolineato l’attività sinergica, tra gli Enti e le autorità interessate, che ha portato all’avvio di questa procedura.