Reggio, all’Aeroporto dello Stretto parte il servizio di elisoccorso: “risultato straordinario”

Parte il servizio di elisoccorso all’Aeroporto dello Stretto

elisoccorsoL’elisoccorso anche all’Aeroporto dello Stretto. A conclusione dell’iter progettuale, portato avanti in modo efficace e silente dal management della Sogas, l’Enac ha dato il via libera al servizio che funzionerà h 24. La società di gestione dello scalo ha predisposto  sia il piazzale per l’atterraggio e il decollo, sia tutte le altre misure di sicurezza  per l’operatività dei voli. Il servizio, finanziato con i fondi statali,  è assolutamente autonomo con l’assistenza a terra del  personale Sogas.

“Abbiamo raggiunto un risultato – commenta il presidente della Provincia Giuseppe Raffa – di grande valenza socio – sanitaria, lungamente atteso dalla città di Reggio. Esprimo, pertanto, soddisfazione  perché l’elisoccorso è un importante  strumento per salvare tante vite umane.  Adesso, l’attività notturna del “Tito Minniti” non è più quell’utopia inseguita da tante generazioni di reggini. Anche per questo sento di dover ringraziare Carlo Marfisi, dirigente centrale dell’Enac, il quale, al di là del suo ruolo istituzionale, si è speso per dotare Reggio e l’area dello Stretto di questa importante infrastruttura strategica  per la tutela della salute dei cittadini.  L’elisoccorso, in particolare, diventa funzionale  alle esigenze delle eccellenze sanitarie del presidio ospedaliero “Bianchi – Melacrino – Morelli”: alla specialistica legata agli espianti e ai  trapianti di organi e, in attesa del completamento e dell’avvio del reparto di cardiochirurgia,  al soccorso di quanti  sono affetti  da gravi patologie cardiologiche   che necessitano di essere trasferiti in centri  specializzati che operano in altre città”.