Reggina, Tedesco non ha dubbi: “faremo il derby col Messina ai playout e non li temiamo affatto, anzi…”

Reggina, le parole di mister Tedesco mentre la squadra oggi torna ad allenarsi in vista del possibile spareggio contro il Messina

Giacomo TedescoIn un’intervista di Natalino Licordari sulla Gazzetta del Sud di oggi, l’allenatore della Reggina Giacomo Tedesco conferma l’ottimismo dell’ambiente amaranto sul ricorso al CONI che verrà discusso tra una settimana esatta, mercoledì 20 maggio: la Reggina chiede la restituzione di 3 punti, basterebbero 2 per superare il Savoia in classifica e disputare un clamoroso derby playout contro il Messina. Insomma, un mercoledì in tribunale che vale come una partita per i punti in palio (tre) ma molto di più perché è come se fosse l’ultima gara della stagione in cui la Reggina, portando a casa l’intera posta in palio o anche una parte di essa (2 punti), potrebbe evitare l’ultimo posto in classifica e conquistare lo spareggio playout. Cresce l’attesa e il presidente Foti continua a caricare la squadra, mantenendo alta la concentrazione di un gruppo che oggi torna al Sant’Agata per riprendere l’allenamento. Sabato in programma un’amichevole per mantenere il ritmo partita. Queste le dichiarazioni di Tedesco: “Qualche rimpianto c’è anche alla luce dei risultati conquistati dalla squadra col mio arrivo. Sarebbe infatti bastato che fossi arrivato prima dello scontro diretto col Savoia, che per noi era decisivo, per portare la squadra ai playout. La sconfitta di Foggia effettivamente brucia ancora parecchio. Direi che è stata pesantissima, intanto perché la squadra ha giocato bene dando il massimo e poi perché una vittoria ci avrebbe sicuramente consentito di accedere ai playout. Sono molto fiducioso sul ricorso e poi se ci crede il presidente dobbiamo crederci tutti. La squadra, da domani (oggi ndr) riprenderà gli allenamenti proprio perché vuole arrivare preparata all’eventuale doppio spareggio col Messina. Intanto attendiamo con moderato ottimismo la decisione del Coni. In ottica playout, non temo assolutamente la partita con il Messina. Anzi credo che sarebbe una doppia gara bellissima. La squadra è motivata e lo ha dimostrato nelle ultime tre settimane. Se il Coni, come è giusto, ridurrà la penalizzazione, i ragazzi saranno prontissimi ad affrontare il Messina. Trovarci di fronte proprio la squadra siciliana per noi sarà uno stimolo in più per vincere i playout. So cosa significa giocare i derby col Messina e farla retrocedere, ma soprattutto conosco l’importanza che ha una gara del genere per i tifosi e per la città di Reggio. Saranno due gare, se si dovessero giocare, dal sapore particolare. Sulla trattativa con gli australiani preferisco non entrare nel merito  perché si tratta di vicende societarie che riguardano il presidente. Posso solo dire che Foti ama moltissimo la Reggina e vuole il bene di questa società e della città. Per quanto riguarda la mia riconferma in vista della prossima stagione, prima vediamo cosa succederà con i play out e poi si parlerà del futuro. Oggi c’è ancora una speranza e finché esiste abbiamo l’obbligo di crederci. Se, invece, non dovessero esserci i playout per noi sarebbe una beffa. Io però credo nella possibilità di affrontare il Messina, così come ci crede la società“.