Reggina, anche al Sant’Agata la squadra vive un rinnovato entusiasmo: ultime ore d’attesa, poi…

Reggina, ritrovato ottimismo ed entusiasmo al Sant’Agata in attesa della decisione di domani in vista del possibile derby playout

Foto 1 reggina e messinaDopo la gara contro il Martina Franca e la contemporanea sconfitta del Messina in quel di Torre Annunziata, a Reggio non si aspettava altro che il 20 maggio. Il fatidico giorno è arrivato ma i supporter amaranto stanno ancora aspettando stavolta però il comunicato ufficiale. L’ambiente si augura che non ci sia alcuna sorpresa, con almeno 2 punti restituiti agli amaranto e playout di fuoco contro gli storici rivali del Messina. La Reggina già da qualche settimana ha ritrovato quell’entusiasmo che mancava dalle prime giornate di campionato infatti con Ciccio Cozza in sella si era visto una squadra che anche se perdeva faceva divertire e costruiva 6-7 palle gol a partita. Le frizioni e le dimissioni del mister, il periodo del trio Tortelli-Padovano-Mozart, deferimenti, penalizzazioni a raffica e il fallimento della gestione Alberti hanno fatto crollare gli amaranto all’ultimo posto della graduatoria. Nelle ultime tre giornate si è vista un Reggina diversa, anche se c’è da dire che le avversarie non avevano più nulla da chiedere al campionato ma chi frequenta giornalmente il Sant’Agata ha notato un cambiamento notevole del clima che si respira durante gli allenamenti. Adesso ci sono ben due derby da vincere, questa è l’occasione giusta per tutti i calciatori di riscattarsi dopo questa sciagurata stagione. Il futuro è nelle loro mani, i tifosi di certo non faranno mancare il loro appoggio soprattutto in partite come questa non adatte ai deboli di cuore.

regginaIntanto continua la preparazione al Centro Sportivo anche questo pomeriggio con i calciatori che aspettano, come tutta la città, il comunicato ufficiale. Oggi amichevole contro gli Allievi Nazionali di mister Zito che saranno impegnati domenica contro la Pistoiese con l’obiettivo di vincere e raggiungere le finali di Chianciano. Spettatore d’eccezione, come è già successo diverse volte quest’anno, l’ex governatore Giuseppe Scopelliti.