Reggina-Messina, verso un playout di fuoco. Sui social lo “spareggio dello Stretto” è già iniziato

Lega Pro: verso un clamoroso Reggina-Messina ai playout

Foto 1 reggina e messinaManca una sola partita alla fine del campionato di Lega Pro e ancora non c’è neanche una squadra già matematicamente retrocessa in serie D: nel girone A la lotta della disperazione è tra Pordenone e Albinoleffe, che nell’ultima giornata si affronteranno in uno scontro diretto da brividi e solo una riuscirà a conquistare i playout. Nel girone B la drammatica sfida è tra San Marino e Pro Piacenza, con gli emiliani a cui basta un pari nell’ultima giornata per andare ai playout, nel girone C sono Savoia e Reggina a contendersi l’ultimo posto utile per i playout.

reggina curva sud granillo derbyNel caso che più ci interessa, proprio quello del girone C, c’è una Reggina che senza penalizzazioni sarebbe già matematicamente ai playout e anzi potrebbe giocarli con il favore del fattore campo, ma il -6 pesa sulla classifica come un macigno dopo aver compromesso la stagione. Sono stati ben 20 i punti afflitti alla Reggina in questo campionato, poi 14 sono stati restituiti perchè la decisione del Tribunale Federale in primo grado era sbagliata. Ma la Reggina, afflitta dalle penalizzazioni, molti punti li ha persi per strada compromettendo così una stagione che comunque si può ancora recuperare.

tifosi Messina granilloNell’ultima giornata, infatti, in programma ci sono Martina Franca-Reggina e Savoia-Messina. La Reggina è a -1 dal Savoia, per superarlo e conquistare i playout deve assolutamente vincere a Martina, e sperare che il Savoia non vinca contro il Messina. Ma il Messina è certo di fare i playout e chiaramente, in modo cinico, spiegato ma anche intelligente, preferirebbe disputarli con il Savoia, una squadra disastrata, senza società (il 5 maggio sarà dichiarata fallita dopo che i libri sono già finiti in tribunale a Torre Annunziata) e con calciatori che di conseguenza sono allo sbando. Comprensibile, e facile da immaginare, che il Messina possa andare sabato 9 maggio a Torre Annunziata per regalare i tre punti ai campani e per poi ritrovarseli nello spareggio.

Messina Reggina derby (79)Ma a favore della Reggina c’è un altro ricorso della società sulle decisioni della giustizia sportiva. In ballo ci sono altri 3 punti di penalizzazione. La Sezione Disciplinare del Tribunale Federale Nazionale, infatti, a febbraio aveva afflitto alla Reggina un punto di penalizzazione relativamente alla mancata fideiussione dello scorso luglio, accogliendo la tesi sostenuta dai legali della società amaranto sul deferimento che riguardava anche il mancato pagamento delle ritenute Irpef per i mesi di aprile e maggio 2014, nella passata stagione, con cui la Procura Federale (Stefano Palazzi) aveva chiesto una penalizzazione di 3 punti. La Reggina, in fase di dibattimento, aveva spiegato che la società in quel periodo si trovava sull’orlo del fallimento al punto da presentare al Tribunale di Reggio Calabria un piano di rientro che però ancora non era stato accolto. Di conseguenza, la società non era nelle condizioni di pagare in quanto non poteva sapere neanche se sarebbe rimasta in vita. La motivazione del club era stata accolta in primo grado dagli organi della giustizia sportiva, ma il Procuratore Federale Palazzi (sempre lui!) aveva fatto ricorso contro questa decisione, continuando la sua battaglia perpetuata da 10 anni contro la Reggina. Il 27 marzo, le Sezioni Unite della Corte Federale d’Appello, il secondo grado della giustizia sportiva, accoglievano il ricorso di Palazzi infliggendo alla Reggina anche gli altri due punti di penalizzazione.

Messina Reggina derby (68)La Reggina è convinta che ci siano tutti i presupposti per ridiscutere la cosa, e ha già presentato ulteriore ricorso al Collegio di Garanzia del CONI. Un ricorso su cui nei prossimi giorni arriverà la decisione definitiva, e non più sindacabile, in quanto si tratta dell’ultimo grado a cui è possibile appellarsi. Il ricorso sarà oggetto di discussione di fronte all’alta corte del CONI che poi prenderà una decisione, probabilmente entro questa settimana, o nel caso peggiore all’inizio della prossima, pochi giorni dopo l’ultima partita del campionato. Paradossalmente, quindi, sabato sera la Reggina potrebbe essere ultima, ma poi ritornare penultima per le decisioni della giustizia sportiva la prossima settimana, e quindi disputare i playout. Chiaramente è fondamentale vincere a Martina Franca, e poi attendere la decisione degli organi competenti su questi altri 3 punti di penalizzazione. E’ probabile, viste le sentenze precedenti che hanno fatto giurisprudenza, che la Reggina si veda restituiti 2 di questi 3 punti di penalizzazione, e che quindi possa ritrovarsi in classifica sopra il Savoia, a prescindere da come andrà Savoia-Messina, se riuscirà a battere il Martina Franca.

Messina Reggina derby (36)Intanto il derby-playout è già iniziato, almeno sui social network. I tifosi messinesi, fieri, spingono la squadra a perdere a Torre Annunziata per spingere i rivali di una vita in serie D. I supporters calabresi gli rispondono che soltanto così possono fare un dispetto alla Reggina e che se invece fossero coraggiosi, preferirebbero affrontarli direttamente. In realtà in questi scontro tra Scilla & Cariddi c’è molto di tecnico: il Messina sa che la Reggina sarebbe l’avversario più pericoloso nei playout, per la particolarità di un derby ma anche per il blasone e la qualità dell’organico degli amaranto. Affrontare il Savoia, o anche l’Ischia, sarebbe sicuramente più semplice. La Reggina dal canto suo, è forte di un girone di ritorno fatto di alti e bassi ma sicuramente di un ritrovato entusiasmo. Nelle ultime tre partite ha realizzato 7 reti, ha con Insigne e Viola una coppia d’attacco che s’intende al bacio e l’arrivo di Tedesco in panchina sembra aver dato quella grinta in più alla squadra, che prima veniva meno.

Messina GranilloI playout si disputeranno tra 23 e 30 maggio (l’andata sabato 23, il ritorno sabato 30), se la Reggina riuscirà ad acciuffarli, giocherà l’andata al Granillo. Molto dipende dalla decisione del Collegio di Garanzia del CONI, oltre che dai risultati dell’ultima giornata di campionato. Alla luce degli elementi oggi disponibili, il derby dello Stretto ai playout è un’ipotesi tutt’altro che fantasiosa. Per due squadre che si presentavano a questo torneo con ben altri obiettivi, è certamente un risultato deprimente ma il derby stimola emozioni sempre forti nell’ambiente e nella tifoseria. Con la consapevolezza che, comunque vada, il risultato che emergerà sul campo da questo campionato e da questi playout, vale moltissimo per l’orgoglio e per le tifoserie, ma molto poco per la storia. La partecipazione alla prossima Lega Pro, sia per la Reggina che per il Messina, esula da come andrà a finire questa stagione. Per la Reggina tutto dipende dalla trattativa per la cessione del club agli imprenditori italo-australiani interessati ad acquistare il 51% delle quote societarie. Per il Messina già abbandonato da Lo Monaco urge trovare soluzioni alternative che al momento non si sono palesate. Sarà una calda estate. Ma per parlare di questo c’è tempo. Intanto c’è un altro derby all’orizzonte…