Messina-Reggina 0-1, Ferrigno: “sono distrutto, siamo morti, buttati al vento tre anni di lavoro”

Messina, ambiente peloritano devastato dalla doppia sconfitta nel derby. Da Ferrigno parole pesantissime

Ferrigno S.Filippo

Mentre nella zona mista mister Di Costanzo si arrampica sugli specchi (“la Reggina non meritava di salvarsi, nel playout c’è stato molto equilibrio sia oggi che martedì al Granillo“), in sala stampa il direttore sportivo Fabrizio Ferrigno, che nei giorni scorsi con le sue dichiarazioni aveva infiammato il derby, è sconfortato: “tre anni di lavoro buttati al vento, Lo Monaco deluso, già si pensa come fare per riparare quest’errore che abbiam fatto. Sono veramente distrutto. Sono senza voce, non ho più la mia camicia, è successo di tutto. Purtroppo è una retrocessione, per me è come una morte. Siamo morti. Che posso fare? Chiedo scusa a nome di tutti ai tifosi. Abbiamo sbagliato. Nei prossimi giorni mi incontrerò con Lo Monaco e discuteremo il nostro futuro“.